Benvenuti nella cucina di Ely

Mi chiamo Elena, ho 46 anni, sono sposata con Paolo che conosco da quando ero bambina e ho 3 figli Mattia 18 anni, Pietro 17 e Lucia 12, amo cucinare da sempre e da quando mi sono sposata ho provato, sperimentato e inventato. Il Capitano e i tre marinai si prestano molto volentieri ad assaggiare tutto quello che qui viene creato...

Dimenticavo qui siete i benvenuti! Tra farina e libri, un ago e una forbice, c'è lo spazio per un caffè e una chiacchierata in compagnia...

 factory  factory  factory

Cake con le pesche gialle




Ma proprio proprio le ultime... giacevano sconsolate e dimenticate nella cassettina della frutta sul terrazzo... uscendo per stendere i panni a volte sentivo una vocina dolce e sconsolata... siamo qui... non ci mangiano... che ci facciamo?... un dolcetto? un succhetto? un gelatino? niente.... continuavo a entrare e uscire senza badare a loro... poi un pomeriggio della settimana scorsa quando la pioggia ha cominciato a scendere e il profumo di autunno e riscaldamenti ha cominciato ad aleggiare nell'aria... mi sono ricordata delle due misere pesche gialle che nonostante tutto si erano conservate abbastanza bene e allora sfoglia il libro magico dei cake e la ricetta è trovata.
L'aspetto non è stratosferico, infatti il Capitano quando mi ha visto con la Nikon in mano ha detto incredulo "non vorrai mica fotografare quella roba li?" e io sentendomi tradita e offesa per le due povere pesche che si erano sacrificate nel dolce, ho scattato rabbiosa la mia foto.
Quando poi la prova taglio mi ha dato ragione tutti si sono ricreduti, un cake eccezionale, le pesche mature hanno rilasciato il loro succo e ammorbidito al punto giusto l'impasto, è rimasto morbido e profumato anche dopo due giorni e posso dire con orgoglio che è forse uno dei cake più apprezzati e meglio riusciti!! come dice il vecchio proverbio.... "l'abito non fa il monaco".

Ingredienti:
200 gr di farina 00
2 uova
125 grami di zucchero muscovado scuro
80 gr di olio EVO
2 vasetti di yogurt magro alla frutta (250 gr )
2 pesce pesche mature o altra frutta di stagione (se non ci fosse la Roby bisognerebbe inventarla)
1/2 bustina di lievito per dolci
un pizzico di sale



Preparazione:
Scaldate il forno a 180°, pulite e pelate la frutta e tagliatela a tocchetti, in una ciotola sbattete le uova con lo zucchero, lo yogurt e l'olio e a aggiungete piano piano la farina con il lievito, sbattete velocemente e per ultimo aggiungete un pizzico di sale. In uno stampo da plumcake ricoperto di carta forno versate l'impasto e aggiungete la frutta. Infornate subito e fate cuocere per circa 50 minuti. 
Credetemi è davvero delizioso! io l'ho "pucciato" nella mia tazza di tè alla mattina gustandomi per qualche istante il profumo dell'estate nelle coraggiose pesce sacrificate!

Buona giornata!

59 commenti:

  1. Secondo me anche l'abito ti e` venuto bene!
    francesca

    RispondiElimina
  2. Provero` le tue ricette,non sono una cima con i dolci,ma spero che riusciro`...ho delle mele che parlano tra i loro in cucina....forse erano amiche delle pesche?:))))

    RispondiElimina
  3. sì la torta sembra ottima, mi fido del vostro alto giudizio....ma di che cosa sanno le PESCE gialle di frutta o di lago???

    RispondiElimina
  4. gli uomini alle volte non hanno fede !!!
    IO invece con te non avrei nessun dubbio !
    Un bacione

    RispondiElimina
  5. Francesca grazie!

    Francesca vero che non è male? grazie!

    Wanesia è facilissima fammi sapere grazie!

    Roby visto che siamo in riva al lago anche il PESCE ci stava bene :-))))) grazie!

    Ale grazie cara!!!

    RispondiElimina
  6. E invece a me sembra anche molto bello questo cake!!
    Senti cara io avrei in cucina delle prugne/susine che i guardano allo stesso modo da un pò.. non è che potresti suggerirmi qualche ricettina??
    Grazie!
    Annalisa

    RispondiElimina
  7. Il dolce mi sembra riuscitissimo, come pure le foto! Anche le cose semplici rendono bene!
    Ciao,
    buon autunno colorato,
    Goga

    RispondiElimina
  8. bisogna avere fede... e poi l’aspetto a me sembra anche molto invitante.. è una di quelle torte che fanno casa e che sprigionano il loro delizioso profumo già mentre stanno cuocendo nel forno!!! un bacio

    RispondiElimina
  9. che bello e sicuramente buono questo cake,Ely!!brava cara^;^le torte con la frutta sono sempre graditissime:)) toglimi una curiosita'..qual'è lo zucchero muscovado scuro??non è lo zucchero di canna comune,vero?buon pomeriggio!!baci

    RispondiElimina
  10. Sembra proprio ottimo, un po' umidino come piace a me. Come si sa gli uomini tendono a lasciarsi influenzare dalle apparenze...ma poi si devono ricredere ;-)

    RispondiElimina
  11. questa per me è l'ora del caffè prima di tornare a lavorare... e vedendo questa meraviglia penso che starebbe benissimo con il mio caffè! :)

    RispondiElimina
  12. Bene, ho già lo spunto per le prime pesche dell'anno prossimo!!!Ottimo!Smack!

    RispondiElimina
  13. Mai fidarsi dell'aspetto...dolci che sembravano da urlo, a me si sono rivelati meno buoni di altri bruttarelli...
    E il tuo cake mi ispira assai!
    Se poi la fonte è sempre quella, non ci sono dubbi.
    Baciiiiiiii

    RispondiElimina
  14. Evviva la semplicità!! Buonissimo, brava Ely!! Come ho anche scritto oggi, non si butta niente!!

    RispondiElimina
  15. Beh dai possiamo dire che è una torta rustica, fuori rustica dentro stuzzica!!!!!!

    RispondiElimina
  16. Feci già tempo un pulmcake contenente pesche fresche.. troppo buono!! di sicuro anche il tuo.. bacioni :-)

    RispondiElimina
  17. Da provare da provare...già ma mi sa che pesce non se ne trovano più in giro e se usassi quelle sciroppate?!verrà lo stesso?
    deve essere buonissimo....hmmmmm....:P
    baciotti
    Carmen

    RispondiElimina
  18. oopsss....volevo scrivere pesche!!...direi non pesce...pardon!!!

    RispondiElimina
  19. è molto buono invece Ely!!! e poi due poverine mica si saranno sacrificate ad occhio no?? complimenti cara :)

    RispondiElimina
  20. buono questo dolcetto col lo zucchero muscovado..io l'adoro..me la segno e la provero' con della frutta di stagione!!
    un abbraccio,de

    RispondiElimina
  21. Oddio che bello assaporare un ultimo dolce di pesche... no nsai quanto mi manca l'estate con i suoi frutti colroati e polposi! Io le pesce è da quel dì che non le mangio più, ma magari questa ricetta me la segno per il prossimo anno! :-)

    RispondiElimina
  22. ELYYYYY!!!! Sento il profumo della tua torta fino al mio blog!!!!...deliziosa!!!!
    ...e ti dirò di più...ti ho aggiunta alle MIE AMICHE DI BLOG!

    RispondiElimina
  23. Ma sai che ne trovo in giro qualcuna ancora! le ultime pesche! che bello con lo zucchero muscovado che da quel bel colore e chissà che profumo:)
    besos,
    pat

    RispondiElimina
  24. Ora si saranno consolate :-D, finire in un dolcetto così, averne una fetta per colazione domani :-)

    RispondiElimina
  25. perfettooooooooooo!!!! compliments...

    RispondiElimina
  26. Alla faccia che l'abito non è venuto bene, a me fa' una gola!
    Bacioni
    Sonia

    RispondiElimina
  27. Io trovo bellissimo anche l'abito :) Bravissima!

    RispondiElimina
  28. Buona!Con il muscovado dev'essere uno spettacolo!
    Da me le pesche non ci sono piu',non ti dispiace se te ne rubo una fettina....
    Bacioni.

    RispondiElimina
  29. Quale miglior fine per quest'ultimo scampolo d'estate e dei suoi frutti! adoro i cake con le pesche, vengo a colazione da te domani!
    baci :)

    RispondiElimina
  30. mannaggia che bella tortina meravigliosetta!!! un bacione

    RispondiElimina
  31. delizia deliziosa.
    secondo me si può fare anche d'inverno con le pesche sciroppate, che dici?
    gaia-che-di-pesche-non-ne-ha-nemmeno-una-e-sente-un-irrefrenabile-desiderio-di-fare-questo-cake

    RispondiElimina
  32. L'abito non fa il monaco, ma la tua torta mi pare vestita adeguatamente!!! ... e tutto con solo due peschette!

    RispondiElimina
  33. Ely allora il capitano si è ricreduto o no??Credo proprio di si..il profumo di questo cake è giunto fino a qui!Un bacio bella bionda e buona giornata!!

    RispondiElimina
  34. Hai fatto proprio bene a scegliere x il cake!!! buonissimo, soffice e profoumato!!

    RispondiElimina
  35. peccato che non ho più pesche altrimenti la provavo!!!complimenti!!!ciao ciao Sara

    RispondiElimina
  36. che bella bontà!!! e poi dalla serie "in cucina non si butta niente": brava!
    Mi sei venuta a trovare sul mio blog di DONNE SUL WEB???
    http://www.donnesulweb.it/dolci-pensieri/
    Ti aspetto
    un bacio

    RispondiElimina
  37. Questa devo assolutamente provarla a fare....

    RispondiElimina
  38. Povere pesche immolate sull'altare della gola! :-)))

    RispondiElimina
  39. le tue proposte sono sempre splendide Ely! complimenti!!!
    sono felice che la mia idea di mettere insieme tante ricette di salse ti sia piaciuta: conto naturalmente su una tu pluri-partecipazione ;-) e speriamo ci siano tante adesioni, così la raccolta sarà bella ricca e fornita!!
    un abbraccio MARA

    RispondiElimina
  40. Con le pesche, ci sembra di essere ancora in estate.... che bello!!!
    Questa torta dev'essere superbuonissima!!!
    Franci

    RispondiElimina
  41. un pizzico di sole,almeno nel plum cake :)

    RispondiElimina
  42. Toda una delicia venir a visitarte. Las fotos son magníficas.

    Besos.

    RispondiElimina
  43. capperi avevi ancora delle pesche gialle? che fortuna, mi mancano un sacco e ho già finito la scorta di marmellata che ho fatto a fine estate :( gnè...

    RispondiElimina
  44. Accidenti a qesti uomini diffidenti! Quando poi però si tratta di affettare non ci mettono mica un freno?!?!?! Ma chi ce lo metterebbe, dev'essere proprio delizioso questo cake. E le ultime pesche hanno trovato una sistemazione perfetta. Un abcio cara, buon week end

    RispondiElimina
  45. Che meraviglia, adesso mi vado anche a vedere i link dei cupcake, credo che anche questa meraviglia si potrebbe mettere nei pirottini..!!

    RispondiElimina
  46. Quest'anno gli unici frutti che non ho mai dovuto buttare son stati proprio le pesche che adoro, tra quelle mangiate e quelle trasformate in crema ho fatto il pieno di sole giallo pesca.
    Vedo che a forza di abituare gli uomini di casa con certe preparazioni raffinate gli si affina pure il senso estetico, mentre quello della fiducia latita un po'...
    Comunque il "refuso" di PESCE è stato eliminato dall'elenco ma è rimasto nella chiusa.

    RispondiElimina
  47. Ci credo che si sono ricreduti, quella fetta dice tutto.
    un bacio

    RispondiElimina
  48. Delizioso e raffinato!!! Complimenti, un abbraccio

    RispondiElimina
  49. Mi sa che dovrò aspettare il prossimo anno, qui le pesche son sparite :( quando ti va passa da me, ho un invito da consegnarti :D

    RispondiElimina
  50. hai fatto bene...a fare questo cake....e anche a frotografarlo.
    Hai un blog delizioso!!!! Un abbraccio da una nuova foodblogger!!!Ciao

    P.S:
    . anche io adoro cucinare, ricamare, cucire e.... parlare, parlare, parlareeeee

    RispondiElimina
  51. Chissà che profumino in tutta la cucina!! La foto rende bene l'idea di mombidezza e bontà!!!
    Bravissima , buona domenica.
    Baci Arianna

    RispondiElimina
  52. Ciao Ely se ti fa piacere passa da me,c'è un piccolo pensiero per te!
    Buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  53. Grazie a tutti! io penso che si possa fare con qualunque altra frutta quindi se non con le pesce con le prugne o con le mele e anche con le pesche sciroppate si si penso proprio di si! buona settimana a tutti!

    RispondiElimina
  54. Buonissimo, mi sembra di sentirne il profumo...

    RispondiElimina

Ho tolto la parola di verifica ai commenti, se volete potete commentare senza fare una visita oculistica prima
Grazie!