Benvenuti nella cucina di Ely

Mi chiamo Elena, ho 46 anni, sono sposata con Paolo che conosco da quando ero bambina e ho 3 figli Mattia 18 anni, Pietro 17 e Lucia 12, amo cucinare da sempre e da quando mi sono sposata ho provato, sperimentato e inventato. Il Capitano e i tre marinai si prestano molto volentieri ad assaggiare tutto quello che qui viene creato...

Dimenticavo qui siete i benvenuti! Tra farina e libri, un ago e una forbice, c'è lo spazio per un caffè e una chiacchierata in compagnia...

 factory  factory  factory

Leopoldina prepara fusilli al tè verde


...L'aria era ancora fredda ma qualcosa stava cambiando... Anche nel tardo pomeriggio il sole specchiava i suoi raggi per qualche minuto e scaldava la piccola cucina, la grande collina poi con la sua ombra copriva il sole e la sera si avvicinava inesorabile.... A Leopoldina l'inverno piaceva molto, il buio e il camino regalavano sogni e calore, serate con le amiche leggendo un libro insieme e ricamando, raccontandosi e confidandosi i problemi giornalieri, i sogni e le aspettative di mogli e di mamme. L'arrivo della primavera però la rendeva euforica e allegra, tanti progetti in cucina, nel cucito e nel ricamo, non si fermava mai e a volte cominciava troppe cose contemporaneamente, era sempre stata così, periodi di calma si accavallavano a periodi creativi dove a stento riusciva a dormire, la mente creava e cuciva anche di notte...




Era appena tornata dall'emporio ed era eccitatissima, aveva comperato dei lini con fantasie tenui e fiorate, meravigliose per creare borse e leggere canotte estive. Per il ricamo poi quei nuovi schemi primitive non abbandonavano i suoi sogni creativi, aspettava che Pancrazio il postino veloce come un razzo (così era soprannominato da tutto il paese), arrivasse con il suo pacco che conteneva alcune nuove forbicine per la sua collezione,  pizzi e trine e i nuovi schemi appena acquistati. E in cucina? In cucina stava sperimentando, come la preparazione di questa pasta, cucinata con il tè, era delicata e raffinata, un piatto davvero affascinante che aveva conquistato il palato di tutti i commensali...

Ingredienti per 4 persone:
250 gr di ricotta fresca di mucca
1 litro di tè Apollo composto da Tè verde, lemongrass, limone
1 cucchiaio di miele millefiori
Sale q.b.
Qualche cucchiaio di erba cipollina tagliata sottilmente
Parmigiano Reggiano in scaglie per condire

Per accompagnare:
Tè Apollo


Preparazione:
In una capiente pentola lessate la pasta, nel frattempo preparate il condimento. In una pentola antiaderente fate sciogliere il miele con qualche cucchiaio di tè (circa 5 o 6), aggiungete la ricotta e mescolatela fino a che diventi liscia ed omogenea, deve rimanere abbastanza liquida. Salate e condite con questo condimento la pasta, se serve aggiungete ancora qualche cucchiaio di tè. Cospargete con erba cipollina e Parmigiano Reggiano. Un primo profumatissimo e insolito ma assolutamente perfetto per una cena a due o per qualche invitato che apprezzi questi sapori. Accompagnate l'intero pasto con il tè che avrete preparato.

Leopoldina, cominciò ad apparecchiare, la pasta era pronta ed il profumo la inebriava, i topolini erano a scuola e apparecchio per due, avrebbero pranzato lei e Gaetanino soli, ogni tanto un po di intimità e di pace ci voleva, potevano raccontarsi e chiacchierare senza essere disturbati. Il calesse era appena entrato nel cortile e i cavalli si fermarono.... April'uscio e saluto Gaetanino che felice l'abbracciò...


Vi auguro una serena settimana, la mia sarà con qualche colloquio a scuola, pagelle da ritirare e da consegnare, qualche lavoretto in casa e un nuovo progetto di cucito, una bambola per Lucia.
Nel prossimo post vi comunicherò la vincitrice del Giveaway per il momento sto ancora piegano bigliettini siete tantissime!

68 commenti:

  1. Tesoro la nostra cara leopoldina é proprio un amore,sempre indaffarata da mille progettisenza dimenticarsi della sua famiglia anzi mettendola al,centrodel suo mondo!! La pasta mi intriga davvero tanto, mi piace l`idea del suo profumo particolare!! Bacioni,Imma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Imma era davvero molto profumata! Baci

      Elimina
  2. Leopoldina mia , ma tu sei una fata! tra ricamo e cucina, non lo so, conquisti tutti. Una pasta speciale, mai vista prima. Bravissima Leopoldina! Buona settimana, Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vale, un bacione grande grandea te!!!!

      Elimina
  3. ma sono davvero appetitosi questi fusilli, grazie per l'idea!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Licia, lo erano davvero :-) un bacione!

      Elimina
  4. Leggere una ricetta così di lunedì mattina ti mette in pace con il mondo, sei meravigliosa! Buona giornata

    RispondiElimina
  5. Sarà sicuramente delicatissima e molto gustosa.
    Kiss, Sonia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Sonia era davvero delicata! Un bacione e grazie!

      Elimina
  6. buona e profumatissima questa ricettina...quel tè è assolutamente intrigante!
    Buon lunedì, bacio!

    RispondiElimina
  7. Pancrazio veloce come un razzo!
    Da oggi chiamerò Il mio postino Gennaro,Pancrazio e gli dirò di correre come un razzo...mi prenderà per matta,forse già lo pensa!La mia Leopoldina bella,tenera,sempre presa da mille cose e tutte fatte bene,ma come farà?Ora sta pure convincendomi ad avvicinarmi al cucito,io che non cucio neanche un bottone...ci riuscirà?
    Un baciuzzo tesoro mentre con gli occhi assaporo il tuo primo,leggero come le tue chiacchiere!
    p.s poi voglio vedere la bambolina eh ;)!

    RispondiElimina
  8. Leopoldina è dolcissima e questa pasta sfiziosa e particolare!
    buona settimana
    Alice

    RispondiElimina
  9. Che idea fantastica quella di Leopoldina! :D Una vera meraviglia questi fusilli!! :D Adoro il tè.. :) E anche io attendo di vedere la bambolina, amica mia! Buon inizio settimana con tutto il cuore!

    RispondiElimina
  10. Le tue ricette sono sempre interessantissime, poi raccontate in questo modo diventano praticamente irresistibili! Da amante del tè, specie quello verde, non posso che mettere nella lista di cose da provare anche questa ricetta!
    Un bacione e buona settimana

    RispondiElimina
  11. Ciao Ely, questa pasta ha conquistato anche me, una ricetta davvero interessante e da provare sicuramente, bravissima!!!
    Bacioni, buona giornata :))

    RispondiElimina
  12. Mi ispira, mi ispira davvero parecchio. Tra l'altro, in Sicilia, la pasta con la ricotta è un must. Questa è così particolare che ti confesso mi incuriosisce davvero parecchio. Pagelle? Anche io, il 20.
    Poi M. ha ancora un po' di nausea e mal di testa dovuta all'influenza, che questa volta è stata davvero lunga...
    Buon inizio di settimana.
    baci
    Elli

    RispondiElimina
  13. Leopoldina è davvero speciale tra cucina e lavoretti vari, una piccola maga della casa.
    un bacione

    RispondiElimina
  14. Cara Ely riesci sempre a stupirmi, così come leggo con grande piacere le avventure di Leopoldina :)
    Questa pasta al tè verde è particolare, ma nello stesso tempo invitante, un mix di aromi tutti da provare. Complimenti ( ma che te lo dico a fare... :D)
    Buon inizio di settimana

    RispondiElimina
  15. che bella idea! è una ricetta nuova per me, curiosa...le novità mi attraggono! proverò a farla :)

    RispondiElimina
  16. Buongiorno Ely cara....quella Leopoldina quanto mi piace!!! E mi piacciono tanto anche questi fusilli profumati e delicati...davvero un ottimo piatto!! Un bacio e buona settimana anche a te!

    RispondiElimina
  17. wow..che bontà.. deve essere di una delicatezza incredibile!!

    RispondiElimina
  18. La pasta con il tè e la ricotta, due ingredienti che adoro. Bellissima ricetta!
    A presto Susy

    RispondiElimina
  19. Mi piace molto molto questo piatto,mi fa venire in mente un qualcosa di delicato ed etereo.....forse sara' la ricotta che io adoro.....mi piace molto anche la presentazione.....brava davvero....buona settimana!!!

    RispondiElimina
  20. Cara Ely, come sempre complimenti! Riesci sempre a rendere ogni piatto di una bellezza unica... Non appena mi rimetto da questa dannata influenza lo preparerò perchè l'accostamento tra tè e ricotta mi incuriosisce non poco! Buona settimana :-)

    RispondiElimina
  21. Carissima, sono senza parole, la provo la provo la provo!

    RispondiElimina
  22. Ciao Ely! Tutto bene?
    Mi copio al volo questo primo profumato, originale e insolito che te lo dico già mi risolve brillantemente la cena di stasera!
    Che bella idea hai avuto!
    buona settimana
    simo

    RispondiElimina
  23. Che dolcezza Leopoldina. Questi pusilli sono meravigliosi. Devono avere anche un bel profumino :D

    RispondiElimina
  24. che ricetta originale! particolare e mi incuriosisce molto!
    Baci Baci

    RispondiElimina
  25. E' davvero molto particolare la tua pasta!!! Mi piace da matti.. sono abbinamenti che vorrei sperimentare.. miele.. ricotta.. tè!!! Un bacio e buon lunedì :-)

    RispondiElimina
  26. Leopoldina ne sa una più del diavolo :-D e questo primo particolare è molto molto intrigante, abbinamenti molto particolari!!! Buon inizio di settimana :-)

    RispondiElimina
  27. ciao
    una ricetta molto interessante... il thè abbinato alla pasta! una gran novità, ottima da realizzare e curiosa da provare per il suo sapore e aroma! segno! buona giornata

    RispondiElimina
  28. Io adoro la pasta con la ricotta semplice!
    Questi sapori originali sono decisamente da provare!

    RispondiElimina
  29. Ciao!!!
    Sbircio spesso nel tuo blog... che trovo davvero raffinato e serafico, infonde tanta serenità.
    Anche il tuo modo di presentare le ricette è originale e chi legge per qualche momento si estranea dai pensieri reali per "entrare" in un mondo "altro"...
    Complimenti veri per questo "primo piatto" così... originale e ardito!
    Federica

    RispondiElimina
  30. Questi sono i primi piatti che piacciono a me, pochi ingredienti speciali e un po' di poesia, brava Leopoldina ;)

    RispondiElimina
  31. Quanto ammiro Leopoldina e la sua fantasia non solo in cucina ^_*
    Buona settimana!

    RispondiElimina
  32. Che belli i racconti di Leopoldina,l'atmosfera è quella che adoro ed il piatto che hai preparato è ghiotto al punto giusto,lo gusterei tanto volentieri.....A presto Ely ti abbraccio
    Z&C

    RispondiElimina
  33. Ma Leopoldina, sei una piccola fata! Guarda che pasta hai creato! Caspiterina!!! Complimenti!

    RispondiElimina
  34. Che pasta sfiziosa! Mi incuriosiscono sempre gli accostamenti insoliti e questa ricetta è sicuramente da provare...grazie Leopoldina!
    Franca

    RispondiElimina
  35. Certo che Leopoldina riesce a creare delle ricette davvero speciali!! questi fusilli devono essere davvero molto profumati

    RispondiElimina
  36. Ci tieni sempre attaccate allo schermo a leggere i racconti di Leopoldina! Brava!!!!
    ciao
    Isabella

    RispondiElimina
  37. Ma come fai a fare tutto? a stare dietro a tutto? COome??? Dimmi il tuo segreto ;-) Bravissima! BAcioni

    RispondiElimina
  38. Come mi ispira questa pasta e anche Leopoldina mi piace molto....ma dimmi la verità Ely, Leopoldina sei tu vero???

    RispondiElimina
  39. Che bonta' cara, Leopoldina ha fatto un' ottimo lavoro.Baci

    RispondiElimina
  40. Si sente un friccicolio di primavera nonostante la neve....ci piace questo piatto!
    fra

    RispondiElimina
  41. Ne ho lette, viste e provate tante di ricette...ma questa le batte tutte in originalità!

    Buon piegamento... ;)
    Diana

    RispondiElimina
  42. Non per il cucito ma per altri versi mi sento tanto Leopoldina nell’alternare periodi di calma a periodi frenetici in cui mille cose bollono i pentola contemporaneamente. E l’arrivo della primavera, cominciare a sentire il suo profumo nell’aria è come se mi svegliasse da un lungo letargo.
    Sono bellissimi questa racconti, si respira un’atmosfera così calda e familiare che sembra di essere davvero lì, a seguire Leopoldina nelle sue attività. L’idea di usare il tè per la crema di ricotta è geniale. Questa te la scopiazzo prima di subito :) Un bacione, buona giornata

    RispondiElimina
  43. orami siamo super affezzionate a Leopoldina!
    questa ricetta è davvero insolita, ma molto molto invitante!
    a presto

    RispondiElimina
  44. Le storie di leopoldina mi affascinano sempre.. sopratutto la immagino entusiasta all'acquisto di nuove stoffe.. quelle piccole cose che ti riempiono il cuore come questa pasta! mai provato il tè nella pasta e a dire il vero nemmeno ad accompagnarlo ai pasti! dico sempre.. qui si imparano sempre un sacco di cose... grazie:* sei una fonte continua di ispirazione! un abbraccio :)

    RispondiElimina
  45. Ciao mia cara.
    Sono rimasta davvero colpita da questa ricetta.
    L'unione del miele con il tè mi ha lasciato senza parole.
    Complimenti davvero.
    Ma tu lo sai che sei tanto brava.
    Un bacino splendore.

    RispondiElimina
  46. La Leopoldina è una donna davvero ingegnosa....splendida ricetta!! un bacio

    RispondiElimina
  47. Che meraviglia Elena, l'introduzione è un racconto di una favola. Adoro Leopoldina!
    L'anno scorso io ho cotto il basmati nel tea nero, ne è venuto un riso profumatissimo, i tuoi fusilli devo essere ancora più buoni data la miscela di tea che hai usato.
    Bravissima!

    RispondiElimina
  48. La settimana è ormai iniziata e spero che stia proseguendo al meglio :)
    La pasta mi incuriosisce con quel sapore delicato e profumato del thè :)
    e brava la nostra Leopoldina che oltre a cucinare è una bravissima ricamatrice sempre indaffarata ^_^

    RispondiElimina
  49. Grazie a tutte ragazze! Vi chiedo scusa ma sono assente per influenza di Paolo, e quindi tutti gli spostamenti dei ragazzi sono miei e crisi di mal di testa mie.... Baci a presto!

    RispondiElimina
  50. Carissima, le tue ricette mai scontate, che bello questo primo piatto!!! Baci Manu

    RispondiElimina
  51. Ciao Ely, come va? ti stai riprendendo pian piano?
    Questa influenza è davvero fastidiosa e non risparmia nessuno!

    Questa pasta è una vera coccola! :)
    Bacio

    RispondiElimina
  52. un bel piatto di pasta molto originale negli ingredienti :-) buona settimana con i tuoi mille dafare e a presto, baci :-X

    RispondiElimina
  53. Sempre un piacere leggere i tuoi post..e scoprire ricette davvero particolari..ciao Leopoldina..

    RispondiElimina
  54. che bella questa pasta, è sempre un piacere passare nella tua cucina!

    RispondiElimina
  55. ciao, ti ho lasciato un pensierino nel mio blog... non importa se non vuoi donarlo a tua volta.. è solo un modo per ringraziarti per tutte le ricette che condividi con noi ..
    Sara
    http://dolcizie.blogspot.it/2013/02/3-premi-e-qualcosa-di-me.html

    RispondiElimina
  56. con questa pasta mi hai lasciata senza parole...
    ecco, questo è ciò che amo di più!
    ciao, salutami leopoldina!

    RispondiElimina
  57. delicata, semplice e meravigliosa, come la Leopoldina e i suoi lini ricamati al buio dei pomeriggio invernali, magari davanti al fuoco? baci
    Sandra

    RispondiElimina
  58. Semplice, originale, bella.....cosa puoi voler di più da una ricetta! Un saluto dal tuo nuovo follower! Se ti va passa a trovarmi e dimmi cosa ne pensi

    RispondiElimina

Ho tolto la parola di verifica ai commenti, se volete potete commentare senza fare una visita oculistica prima
Grazie!