Benvenuti nella cucina di Ely

Mi chiamo Elena, ho 46 anni, sono sposata con Paolo che conosco da quando ero bambina e ho 3 figli Mattia 18 anni, Pietro 17 e Lucia 12, amo cucinare da sempre e da quando mi sono sposata ho provato, sperimentato e inventato. Il Capitano e i tre marinai si prestano molto volentieri ad assaggiare tutto quello che qui viene creato...

Dimenticavo qui siete i benvenuti! Tra farina e libri, un ago e una forbice, c'è lo spazio per un caffè e una chiacchierata in compagnia...

 factory  factory  factory

Pane alla birra


Direttamente dal blog di Fragole a merenda ho rifatto in maniera quasi completamente identica questo meraviglioso e profumato pane, dico quasi perchè ho aggiunto il latte per spennellare il pane e i semi di sesamo da mettere sula superficie, avevo poi in casa una "blonde" molto aromatica e profumata e ho usato quella, il blog di Sabrine è per me una continua fonte di ispirazione, le sue ricette mi piacciono tutte e questo pane è assolutamente da provare, già in cottura per la casa c'era un profumo delizioso, inebriante, appena uscito dal forno non abbiamo resistito e abbiamo lasciato raffreddare per il tempo necessario a non sbruciacchiarci le mani e poi ce lo siamo gustato con il salame (foto sotto).... quel poco che ne è avanzato Pietro se lo è portato in gita il giorno dopo, imbottito di salumi, uno spettacolo!!!! davvero un pane che entrerà nella mia tradizione panificatrice! grazie a Sabrine per aver fatto questa ricetta che ho potuto provare con immensa gioia!


Ingredienti:
500 grammi di farina bianca OO
250 cl di birra bionda (io avevo una Leffe - birra leggermente speziata, secca e fruttata, gusto pieno e vellutato
2 cucchiaini di sale
2 cucchiai di miele
1 cucchiaio di malto d'orzo
1 bustina di lievito di birra disidratato
* qualche cucchiaio di latte per spennellare il pane
* qualche cucchiaio di semi di sesamo per decorare

* queste sono le agginte che ho fatto alla ricetta di Sabrine

Preparazione:
Ho messo tutti gli ingredienti nel Bimby, opzione impasto, per 3 minuti, ho tolto l'impasto e sulla spianatoia ho dato ancora qualche "massaggio" alla pasta, poi in una ciotola ho lasciato lievitare per circa 2 ore in luogo tiepido, io in inverno accendo la luce del forno e ci metto la l'impasto a lievitare, a lievitazione completata, date la forma che volete, in questo caso una pagnotta lunga e ho tagliato con la forbice ai lati per dare una forma a spiga (con un pò di fantasia) ho lasciato lievitare ancora per 40 minuti, spennellato con il latte e decorato con il sesamo, nel frattempo ho acceso il forno a 200° con dentro la bacinella d'acqua per creare l'umidità, quando il forno sarà caldo infornate il pane per circa 30-35 minuti, fate la prova "del suono" sul fondo e quando sarà cotto toglietelo e lasciatelo raffreddare... gustatevelo con immenso piacere anche senza nulla, la birra e il malto nell'impasto danno un magnifico profumo ad ogni boccone che vi gusterete... provare per credere!



p.s. le foto sono un pò scure ma era sera e il pane non avrebbe resistito ancora intatto fino al giorno dopo.

32 commenti:

  1. è a dir poco stupendo !! il pane alla birra non l'avevo mai sentito !! complimentissimi

    RispondiElimina
  2. Ehiiiii!! ma che bello che ti è venuto, complimenti decisamente adatto a quelle 2 fettazze di salame più sotto!!

    Brava!!

    RispondiElimina
  3. Buonoooo, e tu sei stata bravissima!!!
    Dovrò decidermi anch'io a provarlo!
    Baci ;)

    RispondiElimina
  4. Ely...fetta il salame che arrivooo!!
    Mamma mia, che bel pane...lo sapevi che adoro tutto cio che lievita e profuma di buono?
    E che ho pure scoperto che mi piace la birra???
    Allora siamo a posto...prendo in prestito la tua bellissima ricetta, e ti ringrazio di cuore...
    Ciaooo ciurmaaa :)

    RispondiElimina
  5. Questo pane è davvero magnifico!!! Complimentoni!!!
    Franci

    RispondiElimina
  6. Ma, niente lievito e niente pasta madre? E' la birra il malto eccettera che lo aiuta a lievitare lo stesso? Perché se è così lo provo anch'io che ho una scorta di birre in casa che io non bevo e non so come usare.
    lo foto sono bellissime lo stesso e rendono tutta la fragranza che doveva avere. Avevo deciso di prendermi una pausa dai lievitati questo w.e., ma mi sento in crisi d'astinenza, vediamo cosa riesco a fare.

    RispondiElimina
  7. Grazie a Sara, Morena, Laura e Aurelia vi aspetto per una fetta di salame :-))

    Sauro si il lievito c'è è quello disidratato e ho controllato di averlo messo nella lista degli ingredienti c'era :-) provalo perchè è fantastico!!!!

    RispondiElimina
  8. Ops, hai ragione, scusa è venerdi sera e io ormai sono un po' andato, ora stacco e vado a farlo.

    RispondiElimina
  9. Sauro fammi sapere poi il tuo parere!!!! buon impasto! ciao Ely

    RispondiElimina
  10. capisco le esigenze fotografiche..mi capita spessissimo...divorano tutto!hihihihi

    RispondiElimina
  11. wow complimenti!!! chissà che buono!!

    RispondiElimina
  12. Devo girellare un po' di più tra i blog..quante cose ho da imparare!

    RispondiElimina
  13. Elena, è troppo bello il pane, e quanto deve essere buono!.. Complimenti!
    UN bacione

    RispondiElimina
  14. Ciao Ely ... non ho mai provato ma deve essere molto buono.. Prima o poi lo farò tanto Bimby fa tutto anche impasto...
    Grazie
    Deni

    RispondiElimina
  15. Che buono il pane alla birra...ha un profumo particolarissimo!
    ti è venuto bene!
    quello che mi piace poi di questi pani è la possibilità di variare il gusto ed i profumi cambiando tipo di birra!:)
    ciaooo!

    RispondiElimina
  16. Ciao Ely! Bello il tuo blog, con calma lo visiterò meglio... ci sono delle ricettine niente male davvero come questo pane stupendo!
    Ciao a presto
    Renza

    RispondiElimina
  17. Ciao Ely, buono il tuo pane...la birra nell'impasto è davvero originale, come idea...non riesco ad immaginare il sapore...le foto sono stupende, dà l'impressione di essere molto rustico...un bacio e complimenti...Luciana

    RispondiElimina
  18. Mannaggiona, devo assolutamente trovare il malto d'orzo!!!!
    Ti è venuto una meraviglia, bella anche la forma che gli hai dato con quei tagli...superbrava!

    RispondiElimina
  19. che bello il tuo blog
    quante ricette ... e ricami
    mi hanno incuriosito le tigelle
    scusa ... ma cos'è la pasta madre?

    RispondiElimina
  20. Visto, preparato, cotto e mangiato.
    Buonoooooo.
    Ero un po' nel panico ieri perché convinto di aver finito il malto, poi, cercando il miele ho visto che ce n'era un vasetto pieno preso un mese fa che mi ero ormai dimenticato.
    L'impasto mi ha un po' sorpreso, me lo aspettavo più liquido e avevo quasi la tentazione di mettermi ad impastarlo come per un lievitato.
    E' venuto bellissimo con una crosticina molto intrigante, e pensa che l'ho cotto in microonde.
    Adesso che ho provato l'originale sto già progettando le alternative.

    RispondiElimina
  21. Mi piace..se trovo il malto d'orzo lo provo anche io!!!!che delizia!!!!
    ciao e buon weekend!
    de

    RispondiElimina
  22. Sauro grande!!!! voglio vedere il tuo risultato e soprattutto le tue modifiche :-)

    Sciopina guarda a volte devo gridare per non far mettere le mani sul "palcoscenico" :-)))

    Federica, Snooky, Accantoalcamino (svelami il tuo nome) Rossa di Sera, Deni grazie di cuore, io imparo molto più da tutti i vostri blog che dalle riviste di cucina, perchè nei blog c'è esperienza e passione e nelle riviste non si trovano queste qualità!

    Terry hai ragione infatti vorrei provare a farlo con una doppio malto rossa o scusa... chissà che profumo! grazie cara!

    Renza è un piacere accoglierti nella mia cucina benvenuta :-)

    Luciana provalo ti sorprenderà :-) grazie!

    Simo dovevi vedermi mentre tagliavo con le forbici :-)))) se serve il malto d'orzo te lo prendo con piacere ok?

    M.Cristina benvenuta e grazie di cuore, per la pasta madre ti indirizzo a due blog di care amiche che hanno molta esperienza sulla pasta madre, io dopo averla provata e purtroppo fatta morire, ho in regalo un pezzo della pasta madre di Lo, cara amica che me ne ha regalato un pezzetto e lo conservo e lo alimento con tanto affetto allora puoi guardare proprio da Lo qui
    http://galline2ndlife.blogspot.com/2008/02/il-lievito-madre.html
    oppure qui
    http://www.gennarino.org/lievitonatu.htm
    ma se cerchi lievito madre o lievito naturale trovi tantissime fonti di informazione, se hai bisogno sono qui ciaooo

    Daisy grazie! non penso sia difficile trovare il malto d'orzo, se lo trovo io qui :-))))

    Grazie a tutti e per chi festeggia grazie a Sant'Ambrogio il carnevale buon sabato grasso!
    vado a preparare l'impasto dei bomboloni
    ciao ciao Ely

    RispondiElimina
  23. bellissimo Ely!!!
    ...me ne spediresti un po'???? :)
    Buon week end..
    Grazia

    RispondiElimina
  24. Ormai Sabrine è anche per me una garanzia, soprattutto per quanto riguarda i suoi pani, spesso veloci ma originali. Quindi sono certa che questo tuo pane sia davvero uno spettacolo, ottimi i semini. ciao

    Sara

    RispondiElimina
  25. Mamma mia che bello !!!! Avrei una domandina Ely ma la bacinella d'acqua va lasciata dentro il forno mentre il pane cuoce?

    RispondiElimina
  26. è uno spettacolo questo pane ;-) ciao buona domenica !

    RispondiElimina
  27. ely, purtroppo dovro' smettere di frequentare il tuo blog, altrimenti addio dieta.... :-PP
    Questo pane mi fa venire un'acquolina infinita!!

    RispondiElimina
  28. in-te-res-san-teeeeeeeeee, immagino il profumo!!!

    RispondiElimina
  29. L'ho visto anche da asa e come detto a lui mi piace un sacco, io ho un'altra ricetta ma voglio provare anche questa!

    RispondiElimina
  30. Cara Ely,
    grazie per questa riproposizione del mio pane alla birra, che mi rende felice. Quando qualcuno ha il coraggio di sperimentare mie ricette nella cucina di casa sua spero sempre di averne notizia, e perciò ti ringrazio per avermelo fatto sapere. E poiché sto preparando una pagina sul mio blog per raccogliere tutti questi post, spero non ti dispiacerà se aggiungo anche un link a questo tuo...
    Una sola precisazione: vedo che tu hai usato lievito di birra disidratato (con conseguenti tempi di lievitazione più lunghi), mentre la mia ricetta prevede l'uso di lievito per torte salate, che consente di infornare immediatamente il pane. Insomma: se vuoi, in meno di un'ora fai tutto!
    Comunque, complimenti per la riuscita e per le aggiunte personali.
    A presto!

    Sabrine

    RispondiElimina
  31. ... E grazie Ely, grazie tantissime. Un abbraccio.

    RispondiElimina

Ho tolto la parola di verifica ai commenti, se volete potete commentare senza fare una visita oculistica prima
Grazie!