Benvenuti nella cucina di Ely

Mi chiamo Elena, ho 46 anni, sono sposata con Paolo che conosco da quando ero bambina e ho 3 figli Mattia 18 anni, Pietro 17 e Lucia 12, amo cucinare da sempre e da quando mi sono sposata ho provato, sperimentato e inventato. Il Capitano e i tre marinai si prestano molto volentieri ad assaggiare tutto quello che qui viene creato...

Dimenticavo qui siete i benvenuti! Tra farina e libri, un ago e una forbice, c'è lo spazio per un caffè e una chiacchierata in compagnia...

 factory  factory  factory

Pane al vapore



Mettiamo che.... il forno sia rotto (capita...), mettiamo che siete in montagna e si sa i forni delle case di campagna non sono molto affidabili (il mio...), mettiamo che proprio quel pomeriggio stia funzionando la lavatrice, poi devo far partire la lavastoviglie e poi devo stirare (capita...) mettiamo che ci sono 40 gradi all'ombra e non abbiamo voglia di accendere il forno... a me tutte queste situazioni capitano, la più frequente è quella della scaletta degli elettrodomestici che in ordine di importanza devono fare il loro "sporco" lavoro; se poi capita come a me di far funzionare lavatrice e forno nello stesso momento, perché nella fretta quotidiana , non mi ricordo che questa banale operazione fa saltare l'interruttore generale della corrente, io vi posso assicurare in tutta sincerità che questo pane è stata la mia salvezza.
Ma siccome è sabato è tutti abbiamo fretta, io per prima devo andare a cercarmi un giubbotto economico per tutti i giorni, vi lascio la ricetta sperando che sia un "salvavita" come lo è stato per me.

Ingredienti per il pane:
1 bustina di lievito secco bio
280 gr 130/150 gr di acqua tiepida (Grazie Barbara)
1 cucchiaino di sale fino
olio per oliare q.b.

Cosa vi serve per cucinarlo:
Una casseruola capiente con vaporiera io ho usato questa della Accademia Mugnano



Preparazione:
Preparate l'impasto del pane come fate abitualmente,  poi coprite il recipiente di vetro della vaporiera con della carta forno e metteteci l'impasto, ben oliato, a lievitare. Dopo circa 1 ora quando avrà raddoppiato il suo volume, nella foto ho messo il prima e il dopo, è pronto per essere cotto. Riempite con circa 3 litri di acqua la casseruola, mettete la vaporiera di vetro sopra con il suo coperchio e cominciate a cuocere a fuoco vivo; quando l'acqua sarà arrivata a bollore, abbassate il fuoco e cuocete per circa 1 ora.  Non aspettatevi una crosta croccante e dorata, il pane sarà cotto quando affonderete un dito nell'impasto e resterà una fossetta lieve. Potete anche dimezzare le quantità, dimezzando quindi il tempo di cottura. Questo pane è molto delicato e perfetto per bruschette e tramezzini, molto morbido, potete conservarlo già tagliato a fette nel congelatore. Questa ricetta l'ho trovata sui ricettari del Bimby da provare con il Varoma ma le quantità erano troppo scarse per la bagnarola Mauri e così ho provato con successo nella casseruola con vaporiera della Mugnano.
Che ne dite? è un ottima idea per lasciare un giorno di vacanza al nostro forno!
Vi auguro un felice w.e. di riposo e relax!

Un ringraziamento per la fornitura ad Accademia Mugnano

49 commenti:

  1. Che bella idea, la terrò presente sicuramente, ciao
    taced

    RispondiElimina
  2. complimenti Ely...ottima idea!!! bravissima!

    RispondiElimina
  3. Da quanto volevo provare a farlo, ma non avendo mai visto da nessuna parte come riesce... son sempre stata titubante.
    Adesso ci provo sicuro! :-)

    Un bacio e buon w.e. Ely, grazie!

    RispondiElimina
  4. questa non la conoscevo è da provare !

    RispondiElimina
  5. Ma che bello complimenti sicuramente da provare ...
    Un bacione e buon week dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  6. Che ideona Ely!!!!
    La proverò sicuramente, devo solo munirmi di pentola per cottura a vapore... io uso il cestello!
    un bacio e buono shopping! :))

    RispondiElimina
  7. Buongiorno Ely, ma tu ne sai una più del diavolo... complimenti, ottima trovata!!!! Un abbraccio e buon wek end *-*

    RispondiElimina
  8. Questa cottura non la conoscevo ma è un'ottima idea!!
    Ciao e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  9. ...molto interessante questo pane e sicuramente anche la pentola!
    Rimane tipo un pancarrè?
    Sai che anche col varoma del Bimby (mi dissero...) si può fare il pane?
    Proverò...
    baci cara e buon sabato

    RispondiElimina
  10. Veramente un' ottima idea!! Anche a me spesso capitano i tuoi stessi problemi e di sicuro questa ricetta ti può risolvere un sacco di situazioni!
    Tanti bacioni e buon week-end!
    Ciao
    Sara

    RispondiElimina
  11. Che forte!!Non ci avevo mai pensato...mi manca la vaporiera ma lo terrò presente!!!Sei sempre un pozzo di idee!!!Un bacione tesoro!!

    RispondiElimina
  12. Ma e' una genialata, voglio provarlo prestissimo!

    RispondiElimina
  13. No questa poi?!?!?!?! Ma ne sai davvero una più del divolo gioia! Il pane a vapore non me lo sarei sognata nemmeno sotto effetto alucinogeno :))))) Ora sono curiosa come una scimmia. Un bacione, buon we

    RispondiElimina
  14. per i trammezzini deve essere speciale! e brava Ely!
    buon w-e!

    RispondiElimina
  15. fortissima questa ricetta!!mi manca!!!la segno!!!complimenti!un abbraccio! ciao!

    RispondiElimina
  16. che idea originale! dev'essere proprio buona!!!

    RispondiElimina
  17. il pane al vapore non l'avevo mai sentito!!!!!!sembra molto interessante!!!!!un bacio

    RispondiElimina
  18. facciamo che anche io ogni giorno faccio saltare l'interruttore... facciamo che questa bella ricetta mi piace!!! ah come ti capisco!

    RispondiElimina
  19. ottima idea! da provare subito...
    simonetta

    RispondiElimina
  20. Ottima idea per evitare di far saltare le corrente... mi capita di continuo!!!
    buon week-end
    baci

    RispondiElimina
  21. splendida idea per una cottura alternativa!:-)
    buon w-end a te!

    RispondiElimina
  22. Ciao Ely,
    sono felice del tuo commento sul mio blog l'ho apprezzat davvero.
    Questa ricetta non potevo non commentarla, mi incuriosisce proprio, sono felice di poterti conoscere tramite il blog ^_^

    RispondiElimina
  23. non avevo mai pensato che il pane lo si potesse cuocere anche al vapore. Questa mi giunge proprio nuova. Mi hai davvero stupito

    RispondiElimina
  24. Ma è troppo bello!!! ohh sissi così potrò farmi il pane anche d'estate :)

    RispondiElimina
  25. La mia vaporiera è passata a miglior vita 1 mese fa..dopo 21 anni :-( ora si è aggiunta la voce "vaporiera" alla lista, dopo Ken e reflex (io ci voglio credere :-D ) Ma l'ingegno non mi manca e qualche escamotage posso trovarlo per replicare un pane che mi dà l'idea della morbidezza.
    Ciao Ely, mi scuso per il commento/romanzo e ti auguro una serena domenica....io posso usare la farina 0 del mio mulino? ;-)

    RispondiElimina
  26. Non avevo idea che si potesse fare il pane a vapore, che brava!
    ps: la situazione in cui devi accendere tanti elettrodomestici insieme è un classico.. e allora lì a fare scalette per individuare la sequenza più intelligente! ahhaha!

    RispondiElimina
  27. Wow!Con questa tecnica un mio amico ungherese una volta mi ha fatto dei bomboloni alla nutella spolverizzati dopo con zucchero e cannella, da leccarsi i baffi, anche se ero molto diffidente della cottura a vapore.

    RispondiElimina
  28. mai sentito il pane al vapore!!!
    Complimenti, sembra ottimo!

    RispondiElimina
  29. come ti ho detto dall'altro lato....mi piace troppo l'idea, devo provare veramente!

    RispondiElimina
  30. Interessante come ricetta... in polonia anche fanno dei paninetti ripieni di cioccolata o frutti di bosco che cuociono al vapore che sono la fine del mondo : )
    Complimenti!

    RispondiElimina
  31. Ma questa sì che è veramente una splendida idea!!!

    RispondiElimina
  32. Cosa potrei dirti che già non ti è stato deto...fammici pensare....è difficile....uhmmmmmmm.......che sei magica te l'ha mai detto ancora nessuno?

    RispondiElimina
  33. Grazie Ely per questa bellissima idea, un bacione!

    RispondiElimina
  34. mettiamo il caso che anche a me capita spesso che assieme al forno debba aprire lavastoviglie e lavatrice, quindi direi che questa ricetta potrebbe davvero tornare utile. grazie :)

    RispondiElimina
  35. Il pane al vapore non lo avevo mai visto/sentito prima, perciò ti ringrazio davvero. Super anche la pentola per la sua cottura. Suggerimenti ed idee sempre preziose ^_^

    Buona giornata

    RispondiElimina
  36. Woww ad averla la vaporiera.. trovo sia stata un'ottima idea.. te la sei cavata alla meraviglia!!bacioni buona domenica :-)

    RispondiElimina
  37. Hai fatto da cavia per tutte noi, non avevo mai pensato ad una cottura alternativa, ma così utile, quando, come dici tu, il contatore rischia di andare in tilt. Grazie per l'idea e complimenti!!

    RispondiElimina
  38. Ehei, questo è un sistema strepitoso, lo proverò grazie.
    Mandi

    RispondiElimina
  39. non avevo mai visto questa pentola, e non sapevo che il pane si potesse cuocere a vapore.
    Ci proverò.
    Ciao

    RispondiElimina
  40. Ottimissima idea, I love pane e carboidrati e, come te, ho sempre il problema della priorità nella scelta degli elettrodomestici! Un bacio, Ch.

    RispondiElimina
  41. Sono capitata da te, che bel blog...e poi, io adoro la Nigella, ho preso tante ricette da lei, ma il suo libro non l'ho ancora comprato.

    RispondiElimina
  42. Eh ma infatti il pane al vapore è un classico della cucina ceca, i famosi knedlíky, il cui nome richiama indubbiamente l'inglese "to knead" cioé impastare (non chiedetemi perché...)

    Dobrou chut' Ely!

    RispondiElimina
  43. Devo provarlo, visto in ricettari di cucina orientale...ma mai provato! amo la cucina al vapore ed il pane va provato! brava!

    RispondiElimina
  44. Ciao! Arrivo dal post di Fabiana...
    Dentro di me rido perchè sono ancora una frana coi lievitati cotti semplicwmnte al forno, figuriamoci se prvo così!!
    Tuttavia la ricetta è geniale e curiosa e me la salvo immediatamente.
    Ebbene sì... anche a me salta l'iterruttore generale e devo stabilire delle priorità! Spesso vince il dolcetto di turno... :>

    RispondiElimina
  45. ciao, c'è un dubbio che mi assilla: siccome i forni a vapore hanno la funzione lievitazione, non è che sarebbe possibile, impostando una temperatura molto bassa, lasciare lievitare il pane anche nella vaporiera? Quindi usare la vaporiera come camera di lievitazione e poi eventualmente anche per la cottura, che ne pensi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, allora sinceramente non sono un'esperta e non so cosa potrebbe succedere, non vorrei cuocesse piano piano al posto di lievitare... Se provi fammi sapere! Grazie!

      Elimina
  46. ciao ! :) l'idea del pane cotto a vapore mi piace veramente un sacco..mi perplimono solo le dosi sopra elencate...:( sono corrette?! ovvero 280g di acqua in 250di farina??!
    mi puoi spiegare x favore? grazie mille :)
    Barbara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Barbara ma si che ora non mi ricordo???? Anche a me è sembrata tanta a leggerla adesso, non so, così mi sembra sbagliato ma non mi sono accorta al momento che ho scritto il post direi che 130/150 gr di acqua siano più che sufficienti, fai una prova e poi dimmi :-) Grazie per avermi segnalato l'errore!

      Elimina

Ho tolto la parola di verifica ai commenti, se volete potete commentare senza fare una visita oculistica prima
Grazie!