Benvenuti nella cucina di Ely

Mi chiamo Elena, ho 43 anni, sono sposata con Paolo che conosco da quando ero bambina e ho 3 figli Mattia 15 anni, Pietro 14 e Lucia 9, amo cucinare da sempre e da quando mi sono sposata ho provato, sperimentato e inventato. Il Capitano e i tre marinai si prestano molto volentieri ad assaggiare tutto quello che qui viene creato...

Dimenticavo qui siete i benvenuti! Tra farina e libri, un ago e una forbice, c'è lo spazio per un caffè e una chiacchierata in compagnia...

 factory  factory  factory

Quaglie al marsala con crema delicata di asparagi



Per prima cosa vi volevo ringraziare su come avete accolto l'ultimo post, sono felicissima che abbiate condiviso con me la gioia di questa esperienza. La ricetta di oggi devo dire la verità mi vergogno quasi a presentarla.... E' da un mese che penso a questo contest, avevo in mente delle ricette impegnative, diverse, originali e poi... guarda te cosa mi è venuto fuori... Premetto non ho mai ne mangiato ne cucinato una quaglia, anche queste erano così tenerelle che non sono mica stata capace di mangiarla, ne ho assaggiato  un pezzettino per vedere come era venuta. I commensali in questo caso Lucia più di tutti, ha apprezzato tantissimo, se l'è spolpata fino all'ultimo ossicino e questo mi ha dato il coraggio di mostrarvela... Mi perdoni il Maestro Sadler se non sono andata oltre alla quaglia arrosto, ma non potevo mancare al contest delle carissime Sonia e Simona, due splendide  ragazze, dentro e fuori, che ho avuto il piacere di abbracciare e conoscere a qualche evento per food blogger ma che ogni volta che commento e che ricevo i loro commenti sento di conoscere e di apprezzare sempre più. Ragazze voi lo sapete la Ely è così, senza troppe pretese e vi regalo questa semplice ricetta. Anche le foto non sono mica facili, non potevo mostrare nelle parti più "intime" queste quagliette e allora girale di qui, "birlale" di la... insomma una sudata pazzesca per farne due, le altre erano tutte schifose, (non che queste brillino...) ma alla fine eccomi qui...
In questa ricetta non avendo mai cucinato questa carne ho cercato di mantenere i vari elementi, cercando di non turbare troppo la cottura delle quaglie con ingredienti che non si sposassero e lasciando di proposito al naturale o quasi gli asparagi, insaporendo appena  la crema sul quale ho poi "montato" il piatto.

Ingredienti:
4 quaglie
1 spicchio d'aglio rosa di Lautrec
Rosmarino, timo, salvia, maggiorana
2 bicchieri di marsala secco
4 cucchiai di olio extravergine di oliva
All'occorrenza qualche cucchiaio di brodo di carne delicato

Come contorno:
1 mazzo di asparagi
3 cucchiai di creme fraichè
Sale q.b.
Un filo d'olio d'oliva extra vergine
Qualche striscia di pasta sfoglia per "imprigionare" gli asparagi




Con me in cucina
Arrostiera Luno Fissler
 
Preparazione:
In una pentola con fondo spesso, fate soffriggere lo spicchio d'aglio con l'oglio e le erbe aromatiche, nel frattempo lavate le quaglie e tamponate con carta da cucina. Fatele rosolare ben bene da entrambe le parti, si devono colorire intensamente (vedete dalla foto), salate, io ho usato un sale molto particolare sia come colore che come gusto, regala un profumo e un sapore intenso senza coprire il gusto delicato della carne, bagnate con un po' di marsala, continuate la cottura a fuoco lento e incoperchiate. Aggiungete pian piano tutto il marsala e se serve anche qualche cucchiaio di brodo di carne delicato ( io ne tengo sempre un po' nel congelatore per ogni evenienza). Proseguite la cottura per circa 45 minuti, controllate che il sugo non si rapprenda troppo e girate spesso la carne. 


(Seconda posizione della quaglia...)

Prepariamo ora la crema delicata di asparagi.
Ho utilizzato tutto l'asparago, per la crema i gambi, come accompagnamento al piatto, il resto . Tagliate i fondi dei gambi degli asparagi, circa 1/2 cm e lavateli velocemente, tagliate tutti i gambi, lessateli in pentola a pressione o in una pentola tradizionale e con un mixer frullateli con la creme fraichè, il sale e un filo d'olio. Lessate poi il resto degli asparagi, ricordatevi che devono rimanere croccanti, lasciateli raffreddare. Ora io ho fatto così, un filo d'olio sulle mani, accarezzate gli asparagi, salateli e avvolgeteli a spirale con una striscia di circa 2 cm di pasta sfoglia fresca, cuocete per pochi minuti fino a doratura della sfoglia, in forno a 200° (Usando il metodo Ely, cioè partendo da forno freddo). Il vostro piatto è pronto ora non vi resta che versare qualche cucchiaio di crema delicata agli asparagi che avrete mantenuto tiepida, deponete la quaglia e accanto gli asparagi prigionieri. Per finire l'intingolo al marsala che completerà il piatto, eccovi le mie semplicissime quaglie al marsala, pronte per essere gustate da tutta la famiglia! E poi se volete, sudate come me per fotografare sopra sotto e di lato e non ottenere nulla di buono....  

Con questa ricetta partecipo al primo contest di Sonia e Simona "La sfida del 2": il primo Contest dell'Albero della carambola, in collaborazione con lo chef pluristellato Claudio Sadler e Wonderbox!


E con questo post vi auguro un sereno fine settimana, domani sarò a Milano impegnata in un interessante progetto che vi presenterò nei prossimi post! Un abbraccio a tutti!

54 commenti:

  1. Ely cara... non mangio quaglie... ma la crema di asparagi e gli asparagi in quella splendida sprirale non me la lascio sfuggire!!! Buon ... "progetto" ... e sono curiosa di sapere ...
    Adesso, dopo qualche giorno di latitanza dalla rete vado a sbirciare qua sotto cosa mi sono persa questi giorni! Bacione!

    RispondiElimina
  2. WOW! la quaglia è insolita nei blog. complimenti x la scelta, la preparazione e le foto. Davvero eleganti :)

    RispondiElimina
  3. ma dai.. ma che ti vergogni??.. io appena ho visto la foto, senza leggere, ho pensato "che bel piatto".. davvero èh!!! poi da quello che ho visto in giro era la prima volta con la quaglia quasi per tutte!!! se fossi in te ne sarei molto soddisfatta!!! buon weekend un bacione

    RispondiElimina
  4. Ciao nemmeno io non mangio quaglie ma il tuo piatto è insolito da altri blog..complimenti!

    RispondiElimina
  5. anche io che non ne ho mai mangiate a vedere la tua ricetta e le tue foto mi viene voglia di addentarne una:-) baci

    RispondiElimina
  6. Che ridere.....Mia cara e dolce Ely ti capisco.... è difficile anche fotografare queste quaglie...anch'io non le ho mai cucinate ma come sempre sei stata bravissima!!!!!!! e credimi la foto rende davvero l'idea del piatto gustoso che hai preparato!!!!!Un bacione

    RispondiElimina
  7. tesoro sei statat bravissima io volevo tanto partecipare a questo contest ma tu lo sai che dalle mie parti sono roiuscita ne a trovare quaglie ne uova??cmq in bocca al lupo per il contest e per questa nuova avventura milanese nn vedo l'ora di conoscere questo nuovo progetto!!baci,Imma

    RispondiElimina
  8. E ti vergogni a presentare una ricetta così?!?!?! Sembra uscita dalla cucina di un ristorante a 5 stelle...mi sa che non ho capito l'ultima parola!!! E ti ammiro già solo per il fatto di essere riscuita a cucinare le quaglie, io non ho neanche il coraggio di comprarle da quanto mi fanno impressione! Se continuo così tra un po' divento vegetariana sul serio!
    Brava, brava, brava :) Un bacione e buon we

    RispondiElimina
  9. oh Ely mi hai fatto sorridere con queste quagliette, anche io non ne ho mai cucinata una.
    Comunque a me sembra proprio ti siano venute più che bene e anche le foto sono belle.
    Non ho ancora letto la tua giornata in redazione e lo farò al più presto, non me la perdo di sicuro.
    un bacione
    sabina

    RispondiElimina
  10. Le quaglie!!! Che voglia che mi hai fatto venire Ely, non le mangio da quando ero bambina...
    Io lo trovo un bel piatto davvero e apprezzo la tua delicatezza nel cercare di non violare l'intimità della povera bestia :o)

    RispondiElimina
  11. Ricetta impegnativa altroché! Sei stata molto brava, è un peccato che tu non le abbia mangiate a me le quaglie piacciono da morire però non mi sono mai lanciata nella preparazione... Un bacione e buon we milanese!

    RispondiElimina
  12. a me le foto sembrano belle, che cavolo dici?
    le tue foto sono SEMPRE belle, ely!

    RispondiElimina
  13. Una ricetta davvero raffinata, bravissima! bravissima! bravissima!

    RispondiElimina
  14. Un piatto per nulla semplice Ely, e sei stata bravissima, complimenti e buon we!!!

    RispondiElimina
  15. Che magnifica ricetta, Ely!!! Deliziosa, saporita e presentata in modo eccelso!!
    Non ho avuto tempo prima, ti ringrazio anche per il reportage della tua fantastica esperienza nella redazione di Sale & Pepe.... Sei unica!!!!
    Un abbraccio,
    Franci
    P.S. Forse ti è sfuggito, ma mi devi ancora far sapere a chi spedire il libro "Se son rose"... lo tengo volentieri sul mio comodino ma se qualcun'altra vuole avere il piacere di leggerlo, sarò ben felice di passarglielo!! ^__-

    RispondiElimina
  16. Ti vergogni?? Ma è un piatto stupendo mia cara! :)
    Sono io che mi vergogno, dopo aver presentato il mio piatto per prima e aver visto la carrellata di prelibatezze che mi han seguita! Ma si gioca e ci si diverte no? :D
    Un bacione e buon fine settimana anche a te!

    RispondiElimina
  17. Uhh mamma, ti vergogni?? Quando ho letto il titolo ho pensato "questo è un grande piatto", poi ho visto le foto (bello il layout della prima) e ne ho avuto la conferma… Non ho mai cucinato le quaglie, ma la tua ricetta non me la faccio scappare, anche perhè questi "mini polletti" mi ispirano proprio. Ti immagino a girare e rigirare il pennuto arrosto nel tentativo di renderlo fotogenico :) Ci sei riuscita in pieno! Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  18. un piatto squisito, bellissimo da vedere...

    RispondiElimina
  19. ciao Ely, dev'essere proprio una bontà!!

    RispondiElimina
  20. Anche io non cucino questo genere di carni...guardale nella pentola, mi ricordano le cene di mia madre, che da vera donna crudele gli uccellini se li faceva portare dallo zio cacciatore e li spellava lei. Mi ricordava tanto MagaMagò!
    Cmq la ricetta è buonissima, varierò il tipo di carne ma è sicuramente da provare.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  21. Tanti complimenti per esserti messa alla prova e direi a mio modesto avviso con ottimi risultati. Il piatto finale si presenta elegante con gli asparagi "vestiti" e la quaglietta con la sua bella e saporita crosticina... 'na fame .-)

    RispondiElimina
  22. Io le quaglie le adoro!!! son mini polletti.. con quelle belle cosciotte!!! ottima idea servirle su letto di crema d'asparagi.. si presentano benissimo!!!! baci e buon w.e. :-)

    RispondiElimina
  23. Sai Ely...quando qualcuno ci chiede "ma che senso ha avere un blog di cucina?"...dico sempre che rispondere è complicato: passione, voglia di provare, sperimentare, condivisione, confronto con altre appassionate, curiosità...Tante cose. Ecco: il "senso" di avere un blog, per noi, è racchiuso nel tuo post. Nelle parole che hai usato. Averti conosciuta di persona ha reso la nostra avventura in rete qualcosa di "speciale". Ormai io e Sonia parliamo di te, di Ambra, di Imma, Paola...come se foste delle nostre amiche!!!! Cmq queste quaglie hanno messo a repentaglio la cucina di tante blogger (noi comprese...mai cucinate prima!). Ma la "provocazione" di Sadler aveva proprio questo scopo...Una sfida. E tu hai centrato perfettamente il bersaglio. Ricetta che trasuda dedizione, passione, cura, ironia. Sei una grande. Ti abbracciamo e grazie per essere dei nostri, Ely carissima...
    simo e sonia

    RispondiElimina
  24. Una preparazione particolare e di gran gusto! Apprezzo molto l'uso del Marsala in cucina!
    Buon fine settimana! :)

    RispondiElimina
  25. Non vedo proprio il motivo di vergognarsi nel presentare un piatto così ben fatto e succulento!Nemmeno io vado matta per le quaglie, le ho assaggiate solo una volta durante la mia partecipazione all prova del Cuoco dato che mi erano state assegnate e io pur inorridita non volevo far vedere quanto mi disgustasse il sol pensiero anche se all’assaggio mi sono dovuta ricredere, erano davvero squisite!Un bacione e buon we

    RispondiElimina
  26. E' stupendo, ed è il motivo per cui non partecipo a questo contest. Con dei colossi come te si rischia solo di fare brutta figura! C'è ancora tanto da imparare dalla Ely!!! :D
    In bocca al lupo per i tuoi impegni milanesi, curiosità!

    RispondiElimina
  27. Mai mangiato quaglie in vita mia, ma se le trovassi già pronte e cucinate da te non credo che mi farei problemi ;)
    Grazie mille per il tuo gentilissimo commento e per la ricetta della marmellata che mi regali ogni anno! Anch'io ti seguo (soprattutto nella sezione dolci ;)
    Un bacione
    paola

    RispondiElimina
  28. ciao, passiamo per le quaglie ma la ricetta in se è davvero ricercata e dal sapore diverso!
    Magnifica l'idea di cucinare la carne con il marsala, così da addolcirla in modo diverso. anche la crema di asparagi ci sta benissimo per completare il gusto!
    baci baci

    RispondiElimina
  29. ma santo cielo mi sono appena accorta che il tuo contest scadeva l'1/5 e nn l'11/05 come mi ero appuntata... Ci tenevo così tanto a partecipare....In bocca al lupo per il contest e buon we

    RispondiElimina
  30. Credo che invece sia un piatto difficile da eseguire .... la quaglia non l'ho mai assaggiata ma mi sa di quelle carni che se non curi abbastanza sono un po' durette... bho! comunque mi piace molto la crema e il modo in cui hai tenuto insieme gli asparagi, carinissimo!
    Un bacio e buon weekend!

    RispondiElimina
  31. beh io invece lo trovo davvero molto raffinato! Anche io non mangio quaglie, ma non ti nego che quasi quasi, con davanti un piatto così...capitolerei ;)
    Un abbraccio e in bocca al lupo

    RispondiElimina
  32. Ely un piatto delizioso anche se non mangio le quaglie sono sicura che hanno un gusto favoloso!!!in bocca al lupo per il contest e il progetto milanese...un bacio e buon weekend

    RispondiElimina
  33. dolce ely, ma che bonta'! e che bellezza! una goduria x palato e occhi! riesce sempre a stupire:)

    RispondiElimina
  34. splendida ricetta, la devo provare assolutamente!! bellissima anche la foto, mette appetito :)

    RispondiElimina
  35. Io ho mangiato le quaglie una volta solo e devo ammettere che non mi avevano esaltato...però non erano mica sfiziose come queste, anzi erano un po' sbruciacchiate :-o
    M hai fatto troppo ridere Ely con la cosa che non sapevi come fotografarle...ti immagino a girare e rigirare il piatto :-)

    RispondiElimina
  36. Per me questa ricetta è da favola, una prelibatezza assoluta! Bravissima!!!!

    RispondiElimina
  37. Grazie a tutti per il vostro sostegno morare :-), è davvero una ricetta semplice da mamma creativa quale sono tranquille, poi ho cercato di renderla un po "in" per non fare troppo brutta figura! Un bacione!

    RispondiElimina
  38. A mio parere dalle tue mani escono solo capolavori, gli ingredienti base possono essere anche brutti ma tu li sai trasformare.

    RispondiElimina
  39. Belle! Davvero eleganti legate cosi'! Devono essere proprio buone!

    RispondiElimina
  40. Una pietanza davvero raffinata e con una bella presentazione
    complimenti Ely
    e una felice domenica

    RispondiElimina
  41. Buongiorno Ely!!!e che dire..hai creato un piatto da chef!!!anche io mai cucinato le quaglie...ma gli asparagi sono la mia passione!!Mi piace da matti il connubio e..,come sempre mi tieni sulle spine ..che progetto!!!!??sono curiosa come una scimmia!!!:-D) un bacione cara!!!buon sabato!

    RispondiElimina
  42. Non ho parole, sei stata bravissima....io trovavo quel contest estremamente difficile, invece tu sei stata perfetta!!! brava brava!

    RispondiElimina
  43. Ciao Ely, secondo me queste quaglie sono bellissime e originale, quella che abbiamo postato noi qualche tempo fa è orribile confronto alla tua....per noi sei veramente brava e i tuoi scatti ci lasciano sempre un dolce sapore in bocca!!!!
    Grazie e complimenti!

    RispondiElimina
  44. Che ridere Ely mi ci ritrovo in questo post a sudare con te per fotografare la quaglia, ho avuto "problemi" a fotografare la carne proprio in questi giorni, sarà stato il vino di Alba o la poca voglia di mangiare fatto sta che il mio soggetto non ne voleva sapere di trovare una posizione! Le tue quaglie son molto fotogeniche ^_*
    Buon we anche a voi ;)

    RispondiElimina
  45. Così presentato lo proverei, io le quaglie non le ho mai assaggiate!
    Buon weekend;)

    RispondiElimina
  46. Tutta la mia solidarieta` anche io avrei qualche problema con le quaglie! Anche se presentate coi` fanno venir voglia di un assaggio!
    francesca

    RispondiElimina
  47. Sai che nemmeno io le ho mai preparate? Le tue profumate al Marsala mi ispirano tanto!

    RispondiElimina
  48. Ottima preparazione e ora sono curiosa...che cosa ci stai combinando??? attendiamo le tue novità!!!!
    un grosso bacio e buona domenica!!!

    RispondiElimina
  49. hola....muy linda presentación una gran receta es una tentación,abrazos y abrazos.

    RispondiElimina
  50. Cara ely dimmy di preparare un secondo e mi metti in crisi... quindi quando ne vedo uno in rete come il tuo non posso che ammirarlo e prenderne nota..davvero una bellissima idea...un bacione simmy buona Domenica

    RispondiElimina
  51. un piatto decisamente molto raffinato

    RispondiElimina
  52. Ciao cara, bellissimo piatto!
    Insieme a te sarò una delle poche ad aver proposto le quaglie!
    Ma sai che guardando i commenti del tuo contest non ho trovato il mio?
    Eppure mi diceva che l'aveva pubblicato!
    Infatti la mia ricetta non compare tra quelle pubblicate!
    Mi spiace avevo fatto la ricetta appositamente per te!
    Pazienza sarà per la prossima volta!

    RispondiElimina
  53. Ma che dici???La tua ricetta è bellissima!!! vai a vedere quella con cui ho partecipato io: sembra un piatto da osteria!
    Questo contest non era per niente facile...avevo tante idee poi è uscito quel che è uscito...
    ciao!!!!!

    RispondiElimina
  54. Ma tu sei pazza! Le foto sono meravigliose (come sempre) e la ricetta fantastica! Dai, niente panico. Keep calm and cook on!
    Ciao e buonanotte

    RispondiElimina

Ho tolto la parola di verifica ai commenti, se volete potete commentare senza fare una visita oculistica prima
Grazie!