Benvenuti nella cucina di Ely

Mi chiamo Elena, ho 46 anni, sono sposata con Paolo che conosco da quando ero bambina e ho 3 figli Mattia 18 anni, Pietro 17 e Lucia 12, amo cucinare da sempre e da quando mi sono sposata ho provato, sperimentato e inventato. Il Capitano e i tre marinai si prestano molto volentieri ad assaggiare tutto quello che qui viene creato...

Dimenticavo qui siete i benvenuti! Tra farina e libri, un ago e una forbice, c'è lo spazio per un caffè e una chiacchierata in compagnia...

 factory  factory  factory

Arrosto di vitello all'uva


Sin da quando sono piccola le ricette di brasati, stufati, arrosti e preparazioni lente sono state sempre presenti nella cucina della mia mamma... Sebbene io fossi figlia unica ero però fortunata, la mia mamma ha 8 fratelli (3 maschi e 5 femmine comprese lei) che con i loro figli spesso erano a pranzo da noi la domenica, ma non solo, una delle tante cose belle che la mia mamma mi ha lasciato in eredità dopo essermi sposata è che c'è sempre un posto a tavola, anche per chi arriva all'ultimo minuto o per chi non era stato invitato ufficialmente o per chi in quel momento ha bisogno di sedersi intorno ad un tavolo ed essere confortato...
Queste preparazioni sono perfette per le feste in famiglia, per i momenti di condivisione che solo davanti ad una tavola apparecchiata con amore e con gioia si apprezzano pienamente... E quando voglio sentire profumo di famiglia, di calore e di condivisione penso a cosa preparare che mi possa regalare queste sensazioni.... L'arrosto di vitello è spesso presente nelle nostre domeniche invernali, quasi sempre accompagnato da una buona polenta fumante o da un purè di patate e un bel bicchiere di vino rosso non manca mai... Scalda il cuore e aiuta la digestione... Ho preparato allora questo arrosto con l'uva, pensando proprio a queste domeniche e pensando alla Simo, come sapete, siamo amiche da molti anni e questa amicizia nata sui nostri rispettivi blog, è cresciuta poi al di fuori, le nostre famiglie si conoscono e noi spesso ci riveliamo confidenze e segreti che ci uniscono sempre più. Sabato mentre preparavo questa ricetta ho pensato proprio a lei mi sembra perfettamente in tema con il suo nuovo e favoloso contest che ne dite?



Per questa ricetta l'ingrediente fondamentale è il tempo, lo so che non ne abbiamo molto ma la lentezza della cottura prima sul gas e poi nel forno è fondamentale per l'ottima riuscita dell'arrosto. Fatevi una coccola e regalatevi un pomeriggio in cucina, non si può fare sempre ma a volte serve per ridimensionarci e ritrovare il nostro tempo perduto...


Ingredienti per 12 persone:

2 kg 1/2 di  arrosto di vitello arrotolato
2 scalogni
1 carota
Sedano q.b.
50 gr di burro
3 cucchiai di olio extravergine di oliva Dante
Sale e pepe q.b.
erbe aromatiche miste: Rosmarino, salvia, ginepro, maggiorana
Un grappolo di uva nera e uno di uva bianca

farina bianca per infarinare la carne
Un bicchiere abbondante di grappa bianca secca
brodo di carne fatto con il mio dado di carne granulare


Preparazione:
Nella pentola per arrosti mettete l'olio, il burro, le erbe aromatiche, la carota, il sedano  e li scalogni che avrete tritato finemente.
Fate rosolare piano e nel frattempo infarinate il vostro arrosto. Adagiate la carne nella pentola e fatela rosolare ben bene rigirandola spesso. Ora bagnate con un bel bicchiere di grappa e fate evaporare, aggiungete le bacche di ginepro, salate e versate il brodo. Continuate la cottura in forno a 200° per almeno altri 50 minuti. Fate cuocere molto lentamente facendo attenzione che il brodo non asciughi, all'occorrenza aggiungere brodo o acqua e ancora un goccino di grappa. Quando mancano una decina di minuti aggiungete l'uva, io per questa quantita di carne ne ho messa un bel po. Finite la cottura, togliete l'arrosto dalla pentola, tagliatelo a fette ed irroratelo con il sugo e l'uva. Se vi piace aggiungete qualche acino d'uva diviso in 4 e decorate il piatto. Un arrosto davvero sontuoso e saporito, la grappa rende più secco il sapore della carne e l'uva caramella e addolcisce il tutto. Un arrosto da gustare in compagnia della vostra famiglia, di amici cari, per una giornata in tutto relax, dove lo scorrere del tempo non è legato ai nostri ritmi frenetici  ma è ritmato dal suono di risate e di confidenze...


Regalo questa ricetta alla mia cara Simo, chissà che non si possa gustare insieme in un prossimo incontro...
E partecipo al suo bellissimo contest "Il forno delle feste" in collaborazione con Fissler


Auguro a tutti voi una piacevole giornata, io in questi giorni sono alle prese con i colloqui del professori... Mi fate gli auguri?

Questa ricetta la troverete anche su Donna - In nella sezione Cucina

59 commenti:

  1. che bella proposta, è perfetta per una domenica in famiglia! Grazie cara, ti abbraccio !

    RispondiElimina
  2. Ahhh, sono la prima a commentare!! si vede che sono in piedi dalle 5??? oggi abbiamo anticipato il biberon, la Fede aveva una fame nera!
    Cara Ely,pure io adoro le lunghe cotture. Il profumo che si spande per la casa è confortante e induce a passare spesso davanti alla pentola e ... controllare (con debito assaggio) quello che sta sobbollendo.
    Guarda che, ormai Natale arriva in fretta, ma prossimamente di dobbiamo organizzare e vederci, con la family ovviamente!!
    un bacione,
    Vale

    RispondiElimina
  3. Buonissima ottima da presentare in tavola!

    RispondiElimina
  4. Io dico che questo arrosto è divino e che non c'è cosa migliore che condividerlo con chi ci sta a cuore!!
    buona giornata Ely!

    RispondiElimina
  5. ricetta per pranzi regali ecco cos'è cara mia, mi piace leggere i ricordi d'infanzia ,mi ricorda con nostalgia la mia famiglia che abita lontano....un bacio cara Ely e auguri per i colloqui con i prof.

    RispondiElimina
  6. Grazie, lo sai che sei una presenza importante nella mia vita!
    E ancora grazie per avermi dedicato questo piatto delizioso...vado subito ad aggiungerlo all'elenco delle ricette del contest!

    RispondiElimina
  7. quanto hai ragione cara Ely, anche a me piace preparare queste carni a cottura lenta aspettando in cucina gli ospiti, preparare una bella tavola, gustarsi un buon bicchiere di vino e fare due chiacchere.....cosa c'è di più bello???
    Lo avevo fatto anche io questo arrosto ed è buonissimo, il tuo è uno splendore e le foto poi non ne parliamo
    un bacione

    RispondiElimina
  8. L'arrosto non e' tanto di tradizione dalle nostre parti e trovo sempre un po' difficolta' nel cucinarlo. Mi viene sempre duro :(
    Provero' a seguire le tue indicazioni passo pasoo, chissa' che non ce la faccia anche io!

    RispondiElimina
  9. Adoro gli arrosti mia cara Ely e il tuo mi piace molto, l'uva con la carne è una meraviglia e sentirti parlare della tua famiglia e dei tuoi affetti è davvero una bellissima emozione :)

    RispondiElimina
  10. Direi che è perfetta per il contest, dolce Ely! :D E che bontà: frutta e carne mi ispirano sempre parecchio e.. beh, è proprio un piatto che sa di domeniche, di condivisione e di festa!! :) Un bacio grande e complimenti! :D

    RispondiElimina
  11. Mi piacciono gli arrosti con l'aggiunta di frutta e l'uva è davvero chicchissima, brava Ely!!!!

    RispondiElimina
  12. Ely questo arrosto profuma di casa e di feste, ottima presentazione, lo tengo in considerazione per la prossima domenica. Grazie cara! Buona giornata :)

    RispondiElimina
  13. ma che bel abbinamento, elegante e goloso, da provare assolutamente

    RispondiElimina
  14. E' un piatto meraviglioso tesoro perfetto da mettere in tvola nei gioni di festa...prendo al volo la ricetta!!bacioni,imma

    RispondiElimina
  15. Adoto gli arrosti con la frutta e quelli con l'uva e le mele in particolare! Un mega applauso e un bacione (è un po' che non ci si sente!)

    RispondiElimina
  16. bella interpretazione anche la tua, sembra che domenica ci siamo messe d'accordo per il pranzo :-))), ce ne scambiamo una fetta?
    baci

    RispondiElimina
  17. Meravigliosa ricetta...fa già festa!!

    RispondiElimina
  18. Ely, Ely, Ely....riesci a farmi venir voglia di cucinare anche la carne!!!!

    RispondiElimina
  19. Che bel piatto Ely cara si vede proprio che l' hai fatto con amore e passione per la tua famiglia. Provero' a rifarlo per la mia. Auguri per i colloqui ^_^ Baci

    RispondiElimina
  20. L'arrosto era sempre presente sulla tavola dei ritrovi di famiglia e lo è ancora. Mi piace l'accostamento con l'uva! Mi invito anche io :)

    RispondiElimina
  21. Ottimo.. ottimo ottimo!! Provai lo scorso autunno questo accostamento! Il tuo è da leccarsi le dita delle mani.. baci e buona giornata :-)

    RispondiElimina
  22. Non c'è dubbio che il successo è assicurato con i commensali,un piatto così non può che essere gustoso davvero.In bocca al lupo per i colloqui!
    Baci Zagara & Cedro

    RispondiElimina
  23. Ely è una vera meraviglia, questo tipo di piatti sono quelli che io chiamo Confort-food!
    sei bravissima come sempre, ed ogni tanto ci vuole davvero un pomeriggio passato a cucinare con calma!
    bravissima!
    bacioni

    RispondiElimina
  24. Ely troppo bella questa ricetta, mi piace l'ingrediente "speciale" che utilizza: il tempo. Siamo sempre di corsa a cercare ricette furbe e veloci ma ogni tanto è così bello curare le ricette lunghe e dolci...come questa...
    ti abbraccio
    simo

    RispondiElimina
  25. mi piace tantissimo l'abbinamento carne e frutta...ottimo il tuo arrosto!
    baci cara

    RispondiElimina
  26. Sono sempre stata curiosa del abbinamento carne-uva, ho letto parecchie ricette di questo tipo ma non ho mai avuto il coraggio di farle. Ma da oggi, vedendo e leggendo la tua ricetta, rischio *_^ .
    Complimenti, sembra davvero delizioso.

    RispondiElimina
  27. Un piatto meraviglioso cara Ely. Bella l'idea di una ricetta lenta, da preparare con calma e in relax. Corriamo sempre troppo e perdiamo cose come questa. Bravissima!

    RispondiElimina
  28. eravate la metà di mille!!!! beh questi piatti piacciono tanto anche a me perchè bastano per tanti, li puoi preparare prima e sono ottimi...fanno festa e famiglia;-)

    RispondiElimina
  29. mi ispira moltissimo come ricetta ... la proverò .. grazie ely! giuli(www.loveateverybite.com)

    RispondiElimina
  30. Ciao cara non ti dico quanto vorrei una fetta di questo arrosto in questo momento, sono seduta davanti al pc con un piatto di riso in bianco e guardare le tue foto non fa che aumentare il mio appetito! Come sai sono negata a fare la carne e per questo motivo ne prendo non una ma due di fette. Appetitosissimo ^_^
    Un bacio

    RispondiElimina
  31. o sono per gli arrosti, le lunghe cotture, la frutta abbinata alle carni, i ritrovi in famiglia...ahhh che meraviglia!! Questa ricetta mi piace particolarmente! un caro abbraccio, clara

    RispondiElimina
  32. Raccontato e ambientato così, quest’arrosto diventa quasi poesia :) E’ vero, un piatto che fa tanto domenica in famiglia e la cottura lenta richiama quasi la cucina della nonna anche se è proprio l’elemento che più mi frena vista anche la poca predisposizione per la carne. Chissà però che rotto il ghiaccio fra qualche tempo non conceda un bis alla talpa? Intanto salvo la ricetta nel cassetto che l’abbinamento con l’uva mi stuzzica un be l po’ :) Bacioni, buona serata

    RispondiElimina
  33. E' una vita che devo farlo, ma poi mi manca sempre l'occasione di recuperare la materia prima. Prima o poi... il tuo è veramente molto invitante. Ciao!

    RispondiElimina
  34. Grazie!!!!!!! Una ricetta che vi consiglio di provare..... Buon pomeriggio!

    RispondiElimina
  35. Ciao Ely!!
    Tu e Damiana vi siete impegnate a farmi venir voglia di arrosto oggi...e ci siete riuscite perfettamente!! Ottimo!!!
    Baci, Roberta

    RispondiElimina
  36. che bello il calore della famiglia, sentire il profumino dell'arrosto mentre ci si sta mettendo a tavola con tutto il chiacchiericcio...
    questo arrosto e' speciale profumato e con una nota dolce mi piace un sacco!!!
    un bacio

    RispondiElimina
  37. Mi piacciono molto le preparazioni lunghe, quelle che lasci andare piano piano e che puoi quasi dimenticarti in forno mentre fai le faccende o chiacchieri intorno a un tavolo :) Questo arrosto non è da meno, un abbraccio grande

    RispondiElimina
  38. Vado pazza per gli accostamenti dolce salato.
    Per le carni cucinate con la frutta.
    Quiiiiiiindi mi segno assolutamente la ricetta!
    ^.^

    RispondiElimina
  39. Bellissima ricetta cara Ely! i Brasati ho iniziato a cucinarli da quando mi son sposata.. mio marito da buon piemontese ha reclamato qualche stufato.. nn potevamo mangiar solo pizze e sfogliatelle:) così sto imparando .. prendo nota del tuo arrosto.. l'aspetto è magnifico.. e invita al morso immediato! bacione:*

    RispondiElimina
  40. Simo ci ha messe ai fornelli con il suo contest,praticamente domenica mattina l'ho trascorsa a tenere d'occhio il maiale!Ma merita,perchè è una persona sana e genuina,quanto te bella Ely,ecco perchè non mi sorprende la vostra amicizia!Il tuo"vitellino"parla da solo,bravissima tesoro!Un bacione bionda e per i colloqui,non temere..i professori non potranno che lodarti;)!

    RispondiElimina
  41. Ciao, mi ritrovo nelle tue parole e sensazioni.....impossibile ma vero come un semplice arrosto possa ricreare una così bella atmosfera, ricca di bei ricordi e piacevoli momenti!!!
    In bocca al lupo con i colloqui, ma se si raccoglie quello che si semina......sei in una botte di ferro!!!
    Baci

    RispondiElimina
  42. E' buonissimo questo arrosto..l'ho provato anche io un po' di tempo fa e mi ha sbalordita !
    Bacio grande e buona serata !

    RispondiElimina
  43. fantastico, deve essere squisito. brava ciao e buona serata

    RispondiElimina
  44. ma che meraviglia il tuo arrosto di vitello, mi piacciono molto sia l'idea che la realizzazione.
    Beh in bocca al lupo sia per il contest che per i colloqui coi proff!

    RispondiElimina
  45. si sente il profumo dell'autunno :)

    RispondiElimina
  46. Il tempo per una delizia come questa bisogna trovarlo!!! Ciao ciao

    RispondiElimina
  47. l'arrosto è in piatto che non preparo mai... chissà perché...

    RispondiElimina
  48. adoro l'arrosto fa tanto domenica in famiglia....
    ciao da claudette
    ps. bella la foto con Simone!!!! invidia!!!

    RispondiElimina
  49. Che delizia, anche a me questo piatto fa pensare al ritrovarsi, intorno ad una bella tavola imbandita, per coccolarsi, raccontarsi, gustarsi con calma lo stare insieme.
    Un abbraccio
    alice

    RispondiElimina
  50. Non credevo che fossi figlia unica cara Ely. Hai un senso della famiglia così grande che avrei pensato che avessi tanti fratelli e sorelle.
    Questo arrosto ha propro i sapori di casa, di famiglia e delle domeniche insieme.
    Leggerti è come respirare una ventata di aria genuina di tradizione e legami (Non mi stancherò mai di dirlo cara Ely).
    Vaty

    RispondiElimina
  51. ciao
    anche a casa mia le cotture lente non mancavano mai e l'arrosto per noi era e ancora oggi è il piatto della domenica oppure il piatto per gli ospiti. Con lui non bagli mai!!!
    buona giornta

    RispondiElimina
  52. anch'io sono figlia unica, ma la mia mamma e le padelle non vanno molto d'accordo quindi mi arrangio e pasticcio. questo arrosto mi piace molto, io adoro mettere la frutta nei primi e nei secondi, e la dolce simo sarà felice per questa ricetta...
    ciao ely, un bacione e in bocca al lupo per il contest, ci terrei tanto ad esserci, spero di riuscire..

    RispondiElimina
  53. Sai Ely, sono rimasta colpita e contenta dalle tue parole. Questo profumo di casa, di solidarietà e famiglia l'ho respirato anche io e secondo me oggi giorno manca. Un piatto così unisce e scalda (in tutti i sensi, cuore e corpo). Grazie per averlo presentato e per avermi fatto rivivere queste bellissime emozioni. Un bacione!

    RispondiElimina
  54. Ely che bella la descrizione della tua mamma, ti andrebbe mica di prestarmela ogni tanto??? Vabbè, sarà vero che ognuno ha i genitori che si merita che ne dici? Comunque la ricetta è come sempre splendida e le foto... a bocca aperta son rimasta!

    RispondiElimina
  55. Grazie! Ottima ricetta! Quella che ho sperimentata oggi l'ho presa giocando con l'app enel chef fu facebook. Ma domani provo questa! ;)
    Complimenti per il sito!

    RispondiElimina
  56. E' bellissimo quello che hai scritto circa il fatto di avere sempre un posto disponibile alla propria tavola. Mia madre me lo ha sempre insegnato e quando ero bambina prima e ragazzina poi, soffrivo sempre più nello scoprire che non a tutte le tavole vige questa regola.
    Attenta, perchè qualche volta potrei passare da te a tradimento e chiedere un posticino per gustare un piatto come questo, pieno di amore e calore.
    Un bacione Ely.

    RispondiElimina

  57. Mi piace tanto come hai ornato con l'uva il piatto. Gustoso anche l'abbinamento tra carne e uva. Complimenti! Auguri per il concorso "Il Forno delle Feste"!. Ciao!

    http://sisterspetreideas.blogspot.it/

    RispondiElimina

Ho tolto la parola di verifica ai commenti, se volete potete commentare senza fare una visita oculistica prima
Grazie!