Benvenuti nella cucina di Ely

Mi chiamo Elena, ho 46 anni, sono sposata con Paolo che conosco da quando ero bambina e ho 3 figli Mattia 18 anni, Pietro 17 e Lucia 12, amo cucinare da sempre e da quando mi sono sposata ho provato, sperimentato e inventato. Il Capitano e i tre marinai si prestano molto volentieri ad assaggiare tutto quello che qui viene creato...

Dimenticavo qui siete i benvenuti! Tra farina e libri, un ago e una forbice, c'è lo spazio per un caffè e una chiacchierata in compagnia...

 factory  factory  factory

#Food Coach 2# Zucchetta lunga in compagnia


W.e. pessimo.... passato al pronto soccorso con il mio papà che non si è sentito bene... Referto, fuoco di Sant'Antonio che gli causa oltre al dolore, degli svenimenti e un inalzamento della glicemia... insomma alla fine per fortuna lo hanno ricoverato, perchè con la sua patologia non è mica uno scherzo andare avanti e indietro.... Ora stà meglio ma speriamo che gli facciano un pò di esami.... Ma passiamo oltre dai...

Ed eccoci al secondo appuntamento con il nostro allenatore del cibo, il famoso Food Coaching, iniziato con il progetto Nesté, ricordate il mio primo post sull'argomento? Vediamo un po cosa è successo durante questi giorni.
Sono riuscita a mantenere il costante movimento, non uso più l'ascensore, se posso lascio la macchina a casa e vado in centro o a fare le mie commissioni a piedi e, dal punto di vista dell'alimentazione, mi sono comportata correttamente. Cercando di mangiare con gusto, verdura e frutta tutti i giorni e dimezzando condimenti e aggiustando le porzioni. Il risultato l'ho visto - 1 kg e posso ritenermi soddisfatta. Mi sento molto meglio fisicamente e sono meno stanca alla sera, nonostante il periodo di fine scuola sia molto intenso. Prima di darvi la ricetta di oggi, volevo condividere alcuni dei pensieri che abbiamo sviluppato con gli esperti Nestlé e con gli altri Food Coach nella giornata di lavoro che abbiamo svolto insieme.
Qui trovate l'elenco di tutti i "comandamenti" e i valori che per noi sono importanti, ma io oggi ne vorrei sviluppare uno soltanto il numero 10:

 - I bambini devono poter sperimentare, toccare, assaggiare i cibi senza imposizioni o sacrifici estremi nel rispetto dei loro gusti e con lo stimolo della curiosità.

Perché per me è importante? Perché fino all'età dell'adolescenza sono stata obbligata a mangiare cibi che non mi piacevano, ovviamente mia mamma lo faceva a fin di bene, odiavo la carne, quella maledetta bistecca che dicevano tutti dovevo assolutamente mangiare perché "faceva sangue".... E così ho sviluppato una forte repulsione per la bistecca, ci credete che i miei figli non hanno mai mangiato una fettina di carne rossa alla piastra? Pensate voi che danni possiamo fare usando il cibo in maniera scorretta...

Allora diamo spazio alla fantasia, incentiviamo la curiosità dei nostri figli cercando di elaborare piatti semplici e gustosi, partendo proprio dalla verdura che non tutti amano, come ho fatto io oggi con questa ricetta, ma ricordiamoci di lasciarli liberi di scegliere e sviluppare i propri gusti e le loro preferenze.



Per questa ricetta un grazie immenso agli amici di Facebook, quando ho chiesto come si cucinava la zucchetta lunga siciliana, ecco che mi hanno dato tantissimi consigli e ne è uscito un piatto davvero gustoso e saporito!

Con me in cucina:
Piatto e teglia da forno Villa D'Este Home
Arrostiera Luno Fissler






Ingredienti:
1 zucchetta lunga siciliana (la mia pesava 1 kg)
2 cipolle nuove di Tropea
3 patate gialle
4 patate viola
1 brick polpa fine Pomì
3 cucchiai di olio di oliva extravergine Borges
sale q.b.
150 gr di Caciocavallo ubriaco Mia Puglia
Qualche foglia di basilico fresco



Preparazione:
Tagliate a pezzi di circa 10 cm la zucchetta, pelatela con un pelapatete e tagliatela a tocchetti, pulite e tagliate anche le altre verdure. Mettere l'olio in una casseruola capiente e versateci le verdure, cuocete a fuoco medio per 10 minuti, aggiungete la polpa fine Pomì e continuate la cottura per altri 10/15 minuti, aggiustate di sale e spegnete, aggiungete il basilico fresco. Versate le vostre verdure in una teglia da forno, aggiungete il caciocavallo e mettete in forno caldo 200° per il tempo necessario a far sciogliere il formaggio. Servire caldo oppure tiepido, è un contorno favoloso, saporito e leggero se non si abbonda con il caciocavallo. Noi lo abbiamo cosumato come piatto unico abbinato ad un riso basmati semplicemente lessato, basta davvero poco per presentare ai nostri figli un piatto accattivante e salutare che ne pensate? Inutile dirvi che non è avanzato nulla!!!!

Con questa ricetta partecipo al contest Pomì d'autore, e se vi piace la mia ricetta potete votarla andando qui  nella categoria "Ricette leggere con gusto" o cliccando sul banner che trovate in alto a destra, grazie di cuore!

 Con questa ricetta partecipo al gustoso contest di Donatella Io ♥ le verdure
nella categoria secondi piatti


Buona settimana a tutti!

50 commenti:

  1. ely posso mangiare da te sta sera?!?

    RispondiElimina
  2. Non l'ho ancora mai mangiata ma secondo me questa zuppa è più buona del minestrone!

    RispondiElimina
  3. Cara Ely,mi spiace per il tuo papà,ma vedrai sotto controllo tornerà più in forma di prima!!E magari assaporerà questa pietanza sana e golosa,brava la mia bionda hai reso quella zucchetta irresistibile!!Bella anche l'iniziativa della Nestè,a volte si sottovalutano le imposizioni alimentari,meglio riflettere e sapere!!UN bacio grande tesò e in bocca al lupo al tuo papà!!

    RispondiElimina
  4. Mi spiace per tuo padre e spero che si riprenda presto cara Ely!!!!!!!!!!!!
    Mi piace seguirti in questo tuo programma...anch'io da piccola ero costretta ( a fin di bene) a mangiare cose che odiavo e credimi la carne era una di queste.... non provavo nessun piacere e solo grande ho imparato ad apprezzarla giocandoci e condendola con i più svariati ingredienti o l'adoro sul fuoco del caminetto ma con il tepo seguendo il gusto...così come non amo costringere i miei figlia mangiare cose che non apprezzano...li voglio veder attendere e mangiare con gusto piuttosto che vederli seduti con facce disgustate....
    e cara in tutto questo io adoro a zucchina "longa"...Buonissima la ricetta appena le avrò la farò e vado subito a votarti!!!!!!!!!
    UN bacio e ancora in bocca al lupo per il tuo papà!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. ely è una ricetta veramene delziosa.

    mi spiace per tuo papà, spero che possa rimettersi prestissimo. un abbraccio forte

    RispondiElimina
  6. tanti auguri a tuo padre, che si riprenda presto...la ricetta è buonissima, la preparo spesso

    RispondiElimina
  7. che buonaaaaaaaaa!!! la proverò sicuramente... spero di trovare le patate viola, uffi... tu dove le acquisti? un bacione

    RispondiElimina
  8. Ciao davvero delizioso,anche come piatto unico... Ottima idea!!!

    RispondiElimina
  9. Mi dispiace per il tuo papà, spero passi presto; mentre devo fare i complimenti a te sia per il chilo perso che per questa ricettina buona buona :-)

    RispondiElimina
  10. Una ricetta gustosa e completa, sia per i piccini che per noi grandi...
    Auguri al tuo papà, vedrai che tornerà più in forma di prima! Un bacio

    RispondiElimina
  11. Grazie ragazze, la mamma mi ha detto che ora hanno tolto tutte le pastiglie per vedere cosa faccia reazione con l'insulina, vediamo....
    Raffy le patate viola le trovo da un contadino ma non sempre le ha.
    Un bacione a tutti

    RispondiElimina
  12. Un'alimentazione sana e un pò di attività fisica sono regole che tutti dovremmo cercare di rispettare nonostante i mille impegni, e questa ricetta mi sembra perfetta per lo scopo.
    Anch'io ti sono vicina, spero che le cose si mettano presto per il meglio!
    Un super abbraccio!

    Nadia - Alte Forchette -

    RispondiElimina
  13. Un piatto davvero strepitoso, sai?! magari provo a farlo anche io...se solo trovassi la zucchetta!
    Un abbraccio a te e al tuo papà..
    Baci

    RispondiElimina
  14. Auguri al babbo!
    Interessante questo progetto, per il mio lavoro sarebbe una grande cosa...chissà se questi laboratori fanno tappa anche a Roma.
    Grazie per la ricetta :o)

    RispondiElimina
  15. Tesoro mi dispiace per tuo papà e il week end all'insegna della preoccupazione. Spero che si rimetta il prima possibile e che riescano a venire a capo di quale sia stato il problema scatenante. Sono contenta che il tuo progetto proceda alla grande già con i primi risultati. E sapessi quanto mi sono riconosciuta in quell'obbligo alla fettina di carne rossa tutti i giorni senza tregua, col risultato che oggi non la posso vedere stampata neanche sui muri!
    Sai che la zucca lunga credo di non averla mai mangiata? Ma la tua teglia mi stuzzica altrochè se mi stuzzica. Carnivora no ma verduraia all'ennesima potenza SI' ^_^ Un bacione e tanti auguri al tuo papà

    RispondiElimina
  16. come al solito i tuoi piatti sono sempre molto raffinati

    RispondiElimina
  17. Mi dispiace per questo fine settimana, spero si sistemi tutto. :)
    Questo piatto Ely è fantastico, buono sano e goloso ^^

    RispondiElimina
  18. Mi dispiace molto per tuo papà, il fuoco di sant'antonio è una cosa dolorosissima, spero che si rimetta al più presto.
    Mi piace molto il programma che stai seguendo, approvo in pieno tutto....
    Bellissima questa ricetta, la inserisco subito!
    Buonanotte cara

    RispondiElimina
  19. ciao Ely, mi spiace per il tuo papà!!
    una ricetta leggera e raffinata, complimenti ^_^

    RispondiElimina
  20. complimenti ely, che brava che sei, camminate cibo più leggero... brava dovrei prendere esempio!!! che meravigliosa padella piena di verdure!!! un bacione

    RispondiElimina
  21. Ciao Ely, capisco come sta soffrendo tuo padre: mia mamma ha avuto il fuoco di Sant'Antonio lo scorso settemnre (lei ha 88 anni) ed è stato un calvario; vista l'età e le numerose patologie praticamentre non poteva prendere calmanti se non tachipirina, ed il dolore è continuato ben dopo la fine dei giorni di terapia medica con l'antivirale...non ti nascondo che, poichè stava impazzendo, siamo andate da una signora che, tramite le preghiere proprio a Sant'Antonio, si raccontava che lo facesse passare: beh, dopo 3 gg di visite e preghiere, la situazione ha iniziato a migliorare e piano piano le cose si sono sistemate...non so cosa avrei fatto senza (i medici me li sarei sbranati volentieri a morsi...).
    Quindi il mio più grande ed intenso augurio che l'herpes passi velocemente e con il minor dolore possibile!
    Un bacio ed un abbracio, Mila

    RispondiElimina
  22. Cara Ely, mi spiace tanto per il tuo papà e spero si rimetta in fretta! Il fuoco di Sant'Antonio è molto doloroso, ma in ospedale sanno come aiutarlo al meglio e in men che non si dica sarà a casa ad assaggiare questa tua prelibatezza :)
    In bocca al lupo per tutto!! :)

    RispondiElimina
  23. Mi dispiace per il tuo papà, l'importante è che abbiano scoperto la causa... povero, il fuoco di S. Antonio è dolorosissimo. Un bacione e grazie per la bellissima ricetta, Babi

    RispondiElimina
  24. Ho due-tre, facciamo pure quattro chili di troppo anch'io, chi sa seguendoti in questa iniziativa non riesca anch'io a perderli. Ai posteri l'ardua sentenza.

    RispondiElimina
  25. Ely tesoro, che brutta esperienza.. mi dispiace, spero tuo papà si stia riprendendo!
    la ricetta, comunque, mi piace tantissimo! sei sempre così piea di risorse e di energia! ce lo mostri sempre nei tuoi piatti! e son sicura che i tuoi figli sono abituati ad assaggiare tutto, sempre!

    RispondiElimina
  26. Mi auguro che il tuo papà si riprenda presto.
    Buona settimana anche a te

    RispondiElimina
  27. Consco il fuoco di San Antonio perché lo aveva preso anche mia nonna e bisogna stare attenti perché e' contagioso , spero che tuo papà si di rimetta presto. Mi piace molto questo progetto e concordo sull alimentazione per i bimbi e secondo me e' sempre un bene non forzare ma far sperimentare. La tua ricetta e' gustosa e mi piace molto:-) un bacione

    RispondiElimina
  28. Il programma comincia subito a dare i suoi frutti e 1 chilo in meno è un ottimo risultato, brava Ely! Brava soprattutto perché quest'esperienza ricade positivamente anche sulla famiglia :)
    Auguri al tuo papà, ti abbraccio forte

    RispondiElimina
  29. Bella ricetta e presentazione eccellente come sempre cara Ely! Bacioni

    RispondiElimina
  30. Tesoro prima di tutto un abbraccio al tuo papà...certo il fuoco di sant'antonio nn è una passeggiata e poi per quanto riguarda la ricetta sono d'accordo con te che bisogna avviare i bambini ad una sana limentazione con fantasia magari riusciamo a creare piatti che li invogliano a mangiare di tutto come questa splendida ricetta che ci regali oggi!!Un bacione,Imma

    RispondiElimina
  31. Tanti auguri per il tuo papà cara.....so cosa vuol dire passare tempi infiniti al Pronto Soccorso...
    Questo contorno è delizioso e ora vado anche a leggermi il decalogo del vostro programma!! ciao

    RispondiElimina
  32. Mi spiace per il pessimo week end e per il tuo papà, spero vada tutto per il meglio. Ti abbraccio =)

    RispondiElimina
  33. Un in bocca al lupo al tuo papà e gli auguro una veloce guarigione.
    Guarda.. ho della verdura mista in frigo, mi sa che ti copio l'idea ;)
    ciao e buona giornata :)

    RispondiElimina
  34. Mi spiace per il tuo papà Ely. Lo sfogo di S. Antonio è un vero supplizio! Speriamo ne esca fuori al più presto!
    E poi i complimenti anche per questa ricetta! Penso se ne innamorerebbe qualsiasi bambino! Io pure, bambina cresciutella!!! Bacione Ely!

    RispondiElimina
  35. Ely un grosso augurio di pronta guarigione al tuo papà!!!
    La ricetta mi piace molto...ti ho già votata su FB.....incrocio le dita!!!

    RispondiElimina
  36. una buona zucchetta in molto buona compagnia

    RispondiElimina
  37. Mi dispiace per il tuo papà. Ho avuto esperienze in casa del fuoco di S. Antonio e so che non è affatto "piacevole".

    Mi piace questa tua rubrica foodcoaching, avere spunti per ricette leggere e sane fa sempre bene.

    RispondiElimina
  38. Sono d'accordo con ogni parola che hai scritto!
    Spero che il tuo papà si senta presto meglio.

    RispondiElimina
  39. sono contenta per i tuoi successi e per il fatto che ti senti meglio. Frutta e verdura sono i miei cibi preferiti e trovo questa tua pietanza molto goduriosa. Auguroni per il tuo papà... so che il fuoco è molto doloroso. Un abbraccio

    RispondiElimina
  40. Cara Elly, bellissima questa preparazione e fantastica la pentola lilla!
    francesca

    RispondiElimina
  41. Quando apro il tuo blog mi si apre anche un mondo!
    Non conoscevo la zucchetta e, se mai la troverò, proverò di sicuro questa bella ricetta!
    Per il resto condivido ciò che dici sulle forzature a tavola, a volte però per un genitore non è facile: io ne so qualcosa perchè sono stata una figlia molto difficile per quanto riguarda il cibo e mi ritrovo con tre figli disappetenti all'ennesima potenza (o almeno lo erano) ! Senza esagerare, ritengo che alcune volte vanno un po' forzati sul mangiare, altrimenti rischiano di mangiare sempre le solite cose!

    RispondiElimina
  42. Un abbraccio forte forte al tuo papà <3

    RispondiElimina
  43. Ciao ely, mi dispiace per il tuo papi, immagino il dolore... abbraccio sia te che lui!
    mentre per la ricetta, beh non posso dire altro che strepitosa, senz'altro da assaggiare!!!
    buona giornata e forse anche da noi è arrivata l'estate!!!

    RispondiElimina
  44. Bella la ricetta e anche i suoi colori, un abbraccio a voi tutti
    ciao

    RispondiElimina
  45. Ely spero che tuo padre stia meglio...interessante il progetto che stai sviluppando con Nestlè sai che non mi ero accorta prima, adesso con calma leggo bene tutto il progetto...Hai preparato "Una Cuccuzza" strepitosa, io l'adoro d'estate quando torno a casa faccio scorpacciate di una minestra estiva che è la fine del mondo "Cucuzza e tinnirumi" se avessi letto la tua richiesta su fb ti avrei sicuramente suggerito questa ricetta...sarà per la prossima volta...un bacio grande ;)

    RispondiElimina
  46. eli, innanzitutto augurissimi anche se un pò in ritardo!!!! le zucchette lunghe invadono l'orto del mio babbo e ci costringe a mangiarne quantità industriali! ma ora con la tua ricetta sarà tutto pi invitante!un bacio.
    spery

    RispondiElimina
  47. Spero di trovarle Nche quest'anno le zucchine lunghe, che buone!!!! Segno l'idea!!!

    RispondiElimina
  48. Ciao Ely!

    Ma la zucchetta lunga siciliana qual'è? perche qui in Liguria ne ho trovata una lunga che la chiamano trombetta, sarà la stessa? ma non sò, è abbastanza acquosa.. boh?

    Il piatto ha un look superbo e dev'essere buonissimo :-)

    A presto!

    Luci

    RispondiElimina

Ho tolto la parola di verifica ai commenti, se volete potete commentare senza fare una visita oculistica prima
Grazie!